0 Condivisioni 481 Leggi tutti gli articoli

Fattura elettronica 2019, le ultime novità

dgmag - 28 dicembre 2018
dgmag
28 dicembre 2018
481 Leggi tutti gli articoli
novità Fattura elettronica 2019

La fattura elettronica 2019 introduce in questi giorni importanti novità come il codice destinatario e la casella PEC. La nuova fattura sarà in vigore dal 1 gennaio 2019 e non mancheranno difficoltà.

Novità fattura elettronica 2019

Se ne parla da mesi ed il giorno è quasi arrivato per la fattura elettronica 2019: a partire dal primo gennaio del 2019 tutti i privati saranno obbligati ad emettere la fattura elettronica. Con essa sono previsti una serie di adempimenti nuovi che bisognerà rispettare come la creazione di una casella PEC ovvero posta certificata e la richiesta di un codice univoco che sarà attribuita ad ognuno. Si tratta in questo caso di uno specifico codice chiamato anche destinatario, fondamentale per poter indirizzare in modo corretto all’altro soggetto la fattura.

Come si ottiene questo codice? Bisogna farsi accreditare al Servizio di Interscambio ovvero SDI un intermediario che si occuperà di verificare le fatture e i documenti al fine di vederne la corretta compilazione. Per ottenere il codice bisogna accreditarsi presso il SDI.

Che cos’è il codice univoco? In pratica è una barra di 7 caratteri alfanumerici che identificano in modo unico quel determinato soggetto. Tale modalità è espressamente richiesta per inviare le fatture e sapere sempre chi le emette e chi le riceve. Per spedire una fattura è necessaria una casella di posta certificata, unica modalità accettata in quanto unica tipologia di posta tracciata.

Il codice dovrà essere registrato regolarmente presso l’Agenzia delle Entrate. Inoltre, dovrà essere indicato sulla fattura laddove viene riportato CODICE DESTINATARIO, senza dimenticare di inserire anche il proprio codice sui documenti.

Tutte le cose da sapere

La e-fattura sostituirà in molti casi gli scontrini al fine di memorizzare tutti i dati e combattere l’evasione fiscale. Tutti i soggetti residenti in Italia sono tenuti, per la cessione di beni e servizi, ad emettere fattura elettronica attraverso il sistema di interscambio che farà da mediatore.

Sono esonerati solo gli operatori che appartengono al regime di vantaggio e regime forfettario. Questa tipologia di fatturazione porterà alla fine all’utilizzo della carta, ma causerà non pochi problemi per tutti coloro che dovranno approcciare a questa nuova modalità. Le ultime novità della fattura elettronica 2019 infatti fanno prospettare un passaggio complesso per i cittadini. Infatti, tutti dovranno imparare o farsi aiutare da persone qualificate ad emettere questo tipo di fattura onde evitare problemi ed errori. La richiesta per la PEC può essere già fatta anche a titolo gratuito presso molti gestori come Poste Italiane o a pagamento presso alcuni provider, facendo tutto tramite sito internet.

Loading...

Vi consigliamo anche