0 Condivisioni 343 Leggi tutti gli articoli

Flat Tax partite IVA 2019: tutte le novità

Gianfranco Mingione - 29 gennaio 2019
Gianfranco Mingione
29 gennaio 2019
343 Leggi tutti gli articoli
Flat Tax partite IVA 2019

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto la Flat Tax partite IVA che cambia il regime forfettario. Vediamo in cosa consiste la Flat Tax e quali sono i requisiti di accesso.

Flat Tax partite IVA 2019: che cos’è?

La Flat Tax (letteralmente “tassa piatta”) per le partite IVA è stata introdotta dalla Legge di Bilancio approvata a fine dicembre scorso. E’ un sistema fiscale che consiste nell’applicare la stessa tassazione in termini di aliquota a tutti i contribuenti (a prescindere dal loro reddito).

Nel nostro Paese esiste attualmente una tassazione di tipo progressivo: l’IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche) viene applicata sulla base di scaglioni che vanno dal 23 al 42 per cento. In soldoni, chi guadagna mena, versa allo stato il 23 per cento (per i redditi fino ai 15mila euro, eccetto no tax area), mentre chi guadagna oltre i 75mila euro versa un’aliquota del 43 per cento. La Flat Tax, invece, punta ad applicare a tutti i contribuenti la stessa aliquota fiscale.

Flat Tax partite IVA 2019: i requisiti di accesso

Il nuovo regime forfettario prevede un’imposta del 15 per cento e apporta dei cambiamenti nei limiti di reddito e nei requisiti di accesso rispetto a quello preesistente. I soggetti interessati:

  • non devono aver superato nell’anno precedente (2018) la soglia di 65mila euro di fatturato;
  • non devono avere partecipazioni a società di persone, associazioni o imprese familiari;
  • non devono avere il controllo di S.r.l. o associazioni in partecipazione che svolgono attività direttamente o indirettamente legate con quelle esercitate dal titolare del regime forfettario.

Flat Tax partite IVA 2019: ulteriori agevolazioni per start-up

L’imposta si riduce dal 15 al 5 per cento per le start-up che rispettano i seguenti requisiti:

  • non bisogna aver esercitato nei tre anni precedenti l’apertura della partita IVA un’attività di impresa, arte o professione;
  • la nuova attività non deve configurarsi come prosecuzione di un’attività precedente.

Inoltre, sono previsti vantaggi fiscali anche per le start-up over 55. Nel caso in cui si dovesse superare la soglia dei ricavi prevista dal regime agevolato, sarà possibile passare al regime ordinario nell’anno successivo. In pratica, diversamente da quanto avveniva in passato, l’anno di sforamento non sarà toccato e verrà chiuso in regime forfettario. Queste le principali novità su Flat Tax partite IVA 2019.

(Foto: Retecamere)

Loading...

Vi consigliamo anche