0 Condivisioni 533 Leggi tutti gli articoli

Furto da 3 milioni di euro a Palazzo Ducale

Emanuele Calderone - 4 gennaio 2018
Emanuele Calderone
4 gennaio 2018
533 Leggi tutti gli articoli
Rubati gioielli per 3 milioni di euro a Palazzo Ducale

Tesori dei Moghul e dei Maharaja” era una delle mostre presenti dentro lo storico Palazzo Ducale di Venezia. Molti i gioielli esposti, alcuni dei quali di grandissimo pregio; alcuni di essi sono stati rubati e nonostante il valore doganale dichiarato fosse di appena 30 mila euro, gli esperti parlano di cifre che, più realisticamente, si aggirerebbero attorno ai 3 milioni di euro.

L’allarme del museo è scattato attorno alle 10 e le telecamere del Palazzo Ducale avrebbero anche ripreso le due persone che avrebbero compiuto la rapina. Nonostante all’interno del museo fosse presente la sorveglianza, gli agenti non sono riusciti comunque a intercettare i due rapinatori.

Il questore di Venezia, Marco Odorisio ha dichiarato riguardo la vicenda “Probabilmente non è un gesto estemporaneo: pensiamo che ci possa essere stato un sopralluogo. Le teche dovevano essere inaccessibili e proprio per questo dobbiamo capire i punti di debolezza per poter valutato come i ladri abbiano potuto commettere il furto. Ci sono tanti tasselli da mettere in ordine, intanto è scatta un’azione ad ampio raggio con l’impiego della squadra mobile e dello Sco di Roma. L’indagine è un classico mosaico, dobbiamo partire dai particolari per poi allargarci e risalire a che ha commesso il furto; è prematuro parlare di autori italiani o stranieri stiamo visionando anche per questo le telecamere”.

La procura di Roma è stata contattata per capire “cosa non ha funzionato”, ma soprattutto per riuscire a comprendere come sia “stata aperta una teca come fosse una scatoletta mentre l’allarme, se ha funzionato, è partito con ritardo”.

Secondo Vito Gagliardi “L’allarme, molto sofisticato, è scattato ma chi ha compiuto l’azione ha potuto fare in modo che avvenisse in ritardo, permettendo ai ladri di uscire indisturbati”.

Insomma, sono ancora molti i punti da chiarire ma la cosa più importante è che le forze dell’ordine riescano quanto prima a recuperare tutto il bottino.

[fonti articolo: ilgazzettino.it, repubblica.it, rainews.it, ansa.it]

[foto: ansa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche