0 Shares 154 Views

La busta verde 786: cosa è?

dgmag - 7 dicembre 2018
dgmag
7 dicembre 2018
154 Views
Cosa è la busta verde 786?

Gli atti giudiziari e una busta verde riportanti il codice 786 purtroppo contengono sempre un avviso di pagamento. Di cosa si tratta?

Busta verde 786: cosa è?

Questa tipologia di atto giudiziario viene spesso ricevuta dalle persone, come si riconosce? Certamente dal colore: si tratta quasi sempre di una busta verde 786 o di un tagliando verde se il destinatario non è presente al domicilio. La notifica viene lasciata nella buca delle lettere.

Non una bella notizia per chi la rinviene; si tratta infatti di un pagamento che può riguardare nella maggior parte dei casi una multa ma anche una richiesta di pagamento del bollo auto. Ed, inoltre, una rivalutazione delle rendite catastali o ancora una richiesta di pagamento da parte dell’Agenzia delle Entrate. Senza dimentare, l’ipotesi di una citazione in giudizio. Tuttavia, se la busta è di colore verde si tratta quasi sempre di un pagamento.

Come si può ricevere?

Se avete ricevuto la busta di persona, vi basta aprirla per scoprire il suo contenuto. Se invece avete solo il tagliando e fremete dalla voglia di scoprirne il contenuto potete fare affidamento al codice riportato sull’avviso di giacenza. Si tratta infatti di un tracking della spedizione che può essere utilizzato nei servizi postali online per poter rintracciare sia il destinatario che in via approssimativa il contenuto della busta. La consegna, oltre tramite postino, può avvenire anche mediante ufficio giudiziario, soprattutto se il documento è particolarmente sensibile.

Qualora si tratti di una richiesta di pagamento comunque è bene sapere che questa per legge ha validità a partire dal momento in cui viene emessa e non ricevuta. Cosa vuol dire? Che anche laddove non ritiriate la multa o la cartella esattoriale questa non perde la sua validità quindi è inutile poiché il non ritirarla servirà solo ad innalzare la cifra complessiva da pagare.

Le cartelle verdi 786 possono essere ritirate a partire dal giorno successivo alla consegna presso l’ufficio postale che fa capo al proprio domicilio. Per farlo di persona basta recarsi muniti del tagliando e del documento di riconoscimento. Se invece si vuole incaricare un’altra persona bisognerà appuntare gli estremi del documento sul tagliando stesso che all’estremità porta uno spazio per effettuare l’apposita delega. Anche se la busta verde 786 è solitamente preannunciatrice di cattive notizie è bene ricordare che quando si riceve una raccomandata non si tratta sempre di cattive notizie. Molte volte si tratta solo di comunicazioni anche da parte della banca che utilizza questo metodo formale poiché in essa sono contenuti dati sensibili.

[Foto: www.finanzabancaria.com]

Loading...

Vi consigliamo anche