0 Condivisioni 191 Leggi tutti gli articoli

Permesso per matrimonio: cose da sapere

Alessandro Crupi - 27 febbraio 2019
Alessandro Crupi
27 febbraio 2019
191 Leggi tutti gli articoli
permesso-matrimonio

Quando giunge il momento del matrimonio è importante sapere come comportarsi sul posto di lavoro conoscendo preliminarmente relativi diritti e doveri nel momento in cui si deve chiedere il permesso.

Il permesso per matrimonio nella scuola

Un ragionamento valido soprattutto nel mondo della scuola dove, non di rado, la disciplina normativa degli occupati osserva regole diverse rispetto alla generalità dei lavoratori.

A tal proposito entrando nello specifico, per quanto riguarda il permesso per matrimonio, l’articolo 15 comma 3 del CCNL del comparto scuola stabilisce che il personale docente, educativo ed Ata a tempo indeterminato ha diritto ad un permesso retribuito continuativo e non frazionabile di 15 giorni (festivi compresi).

Il permesso decorre dalla data indicata dal dipendente e in ogni caso in una finestra temporale compresa tra una settimana prima e due mesi successivi al matrimonio stesso.

Il permesso per il personale a termine

Per i docenti e personale Ata impiegati a tempo determinato, invece, interviene l’articolo 19 comma 12 prevedendo, entro i termini di durata del contratto, un permesso retribuito di 15 giorni consecutivi.

Cambia qualcosa per il personale di ruolo perché i 15 giorni del permesso per matrimonio, in questo caso, possono essere utilizzati su richiesta del lavoratore da una settimana prima a due mesi dopo l’evento, secondo quanto determinato dall’articolo 15 comma 3.

(Foto: www.matrimonio.com)

Loading...

Vi consigliamo anche