0 Condivisioni 409 Leggi tutti gli articoli

Riscatto laurea: come riscattarla e costo

Emanuele Calderone - 9 gennaio 2019
Emanuele Calderone
9 gennaio 2019
409 Leggi tutti gli articoli
come riscattare la laurea: ecco quel che c'è da sapere

Con l’attivazione di Quota 100, arriva la possibilità per i lavoratori e le aziende di riscattare la laurea. Ecco come funziona il tutto.

Riscatto laurea: ecco cosa fare

Le pensioni subiscono una nuova riforma. Le persone che hanno cominciato a lavorare dal 1996 potranno decidere che somma di denaro versare all’Inps, al fine di poter riscattare la laurea. Ciò esiste anche ora: il lavoratore può far figurare gli anni universitari come anni di lavoro. Cosa cambia dunque? Che al momento per il riscatto della laurea si devono versare contributi molto alti. Con Quota 100, invece, sarà proprio il lavoratore a decidere quanto versare per riscattare la laurea. Ciò significa, però, che meno si versa, meno si prende di pensione. Il riscatto sarà inoltre valido per tutta la durata del percorso studi (per ora, è solo parziale).

I costi per le aziende

Le imprese dovranno pagare lo scivolo per chiunque decida di prendere parte a Quota 100. L’azienda non dovrà farsi carico di pagare, da subito, la pensione al lavoratore: si tratta, infatti, di una sorta di prepensionamento che dovrebbe favorire entrambe le parti. Per quanto riguarda la questione del riscatto laurea, i dirigenti, nei casi previsti, potranno sottrarre i costi dal reddito.

Quale periodo universitario si potrà sottrarre?

I lavoratori non potranno riscattare tutti gli anni spesi in università. Sono infatti esclusi gli anni fuori corso. Anche le lauree di durata maggiore a tre anni o inferiore ai due non potranno essere riscattate. Discorso a parte meritano i dottorati di ricerca: questi, infatti, sono regolamentati da delle disposizioni dedicate.

[foto: ilsole24ore.com]

Loading...

Vi consigliamo anche