0 Condivisioni 483 Leggi tutti gli articoli

Mafia: morto il boss Giuseppe Dainotti

Emanuele Calderone - 22 maggio 2017
Emanuele Calderone
22 maggio 2017
483 Leggi tutti gli articoli
attacco mafioso a Palermo

La mafia è tornata a uccidere per le strade di Palermo: è notizia di questa mattina, infatti, che un uomo, il boss mafioso Giuseppe Dainotti, è stato ucciso attorno alle ore 7,30. La vittima, che si trovava sulla sua bicicletta, era in via D’Ossuna -nel quartiere Zisa-, quando improvvisamente due uomini gli si sono avvicinati, sparandogli. I colpi di pistola hanno freddato Dainotti dopo averlo raggiunto alla testa. Il boss aveva 67 anni ed era stato per lungo tempo uomo vicinissimo al capomafia Salvatore Cancemi.

La vittima era stata incarcerata con l’accusa di omicidio e rapina al monte dei Pegni nel lontano 1991. Dopo molti anni di galera, nel 2014, il boss è stato rilasciato in libertà. Sul posto dell’omicidio sono subito giunte le forze dell’ordine, in seguito alla chiamata di alcuni cittadini che, dopo aver udito gli spari, hanno visto il corpo dell’uomo a terra. Polizia, scientifica e unità cinofile sono a lavoro per cercare di trovare qualsiasi possibile indizio che permetta loro di risalire quanto prima agli esecutori e ai mandanti di quella che è parsa essere una vera e propria esecuzione.

L’attacco, di chiarissimo stampo mafioso, fa riemergere le paure nei tanti cittadini del capoluogo siciliano: Palermo è una città che, all’apparenza, sta facendo di tutto per poter raggiungere livelli di vivibilità buoni, ma finché la piaga della mafia continuerà a funestare le sue strade, i cittadini non potranno mai dormire sonni tranquilli.

[fonti articolo: palermotoday.it, palermo.meridionews.it, repubblica.it]

[foto: palermo.meridionews.it]

Loading...

Vi consigliamo anche