0 Shares 257 Views

Mark Zuckerberg chiede scusa davanti al Senato

Emanuele Calderone - 11 aprile 2018
Emanuele Calderone
11 aprile 2018
257 Views
Zuckerberg chiede scusa davanti al senato

Lo scandalo che ha travolto Facebook ha letteralmente causato un terremoto mediatico. In molti, infatti, hanno duramente criticato il creatore del social network, Mark Zuckerberg, additandolo come una delle principali cause per il “furto” di alcuni dati personali ai danni di milioni di utenti, scoperto qualche tempo fa.

Il creatore di Facebook, ieri, ha dunque deciso di fare un passo indietro e chiedere pubblicamente scusa per quanto accaduto: il magnate della tecnologia, davanti al Senato degli Stati Uniti d’America, ha dichiarato “Facebook è una compagnia ottimista e idealista. Per gran parte della nostra esistenza, ci siamo concentrati sul bene che si può portare connettendo le persone Ma ora è chiaro che non abbiamo fatto abbastanza per impedire che questi strumenti venissero usati anche per fare danni. Ciò vale per fake news, per le interferenze straniere nelle elezioni e i discorsi di incitamento all’odio, così come per la privacy. Non avevamo una visione abbastanza ampia della nostra responsabilità, e questo è stato un grosso errore. È stato un mio errore, e mi dispiace. Ho creato Facebook, lo gestisco e sono responsabile di ciò che accade qui”.

Zuckerberg ha inoltre aggiunto “Non dobbiamo solo costruire strumenti, ma anche assicurarci che vengano usati bene. Sappiamo che Cambridge Analytica potrebbero aver raggiunto 87 milioni di persone. Ci vorrà del tempo ma andremo fino in fondo e ci assicureremo che non accada con altre app”.

Insomma, una vera e propria ammissione di colpa che, speriamo, possa spingere i vertici del social a rendere il loro mondo virtuale molto molto più sicuro.

[fonti articolo: repubblica.it, huffingtonpost.it, ilsecoloxix.it]

[foto: recode.net]

Loading...

Vi consigliamo anche