0 Shares 256 Views

Maturità 2018 inizio prove: ecco tutto quello che c’è da sapere

Michela Chiuchiolo - 20 giugno 2018
20 giugno 2018
256 Views
Esami di maturità

Oggi prende il via l’Esame di Stato o di maturità. Si inizia con la prima prova scritta d’italiano alla quale segue la seconda e, per l’ultima volta, la terza prova scritta non più presente dal prossimo anno. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

La campanella suona ancora: entrano i maturandi e le maturande per la prima prova

Fu proprio nell’anno scolastico 1997-1998 che l’esame finale del ciclo conclusivo dell’istruzione secondaria superiore fu denominato esame di Stato, sebbene tuttora sia ancora chiamato nel linguaggio comune e tra gli studenti esame di maturità. Dei circa 509.307 iscritti, 492.698 sono i candidati interni, 25.606 sono le classi coinvolte nell’esame e 12.865 sono le commissioni.

Alle 8.30 di oggi gli studenti e le studentesse delle quinte superiori sono ritornati in classe per svolgere la prima prova, quella volta a verificare la padronanza della lingua italiana. Gli studenti dovranno scegliere tra i diversi tipi di tracce proposte: l’analisi di un testo letterario, un saggio breve (a scelta tra gli ambiti socio-economico, artistico-letterario, storico-politico, tecnico-scientifico), un tema di storia e un tema di attualità. Il tempo a disposizione per concludere la prova è di sei ore e il voto massimo raggiungibile è di 15 punti. Leggi: Maturità 2018: dritte per un tema brillante.

La seconda prova cambia da scuola a scuola

Giovedì 21 giugno 2018 è la volta della seconda prova di maturità che cambia da scuola a scuola poiché verte su una materia di indirizzo. Il voto massimo raggiungibile dagli studenti è di 15 punti (la sufficienza è di 10 punti). La durata della prova varia a seconda dell’istituto: ad esempio al liceo classico la durata è di 4 ore mentre al liceo artistico può durare più giorni. Leggi: Esame di maturità 2018: ecco la lista completa delle materie).

La terza prova: come funziona e da quando non si farà più

La data della terza prova viene fissata nella settimana successiva a quella in cui si svolgono le prime due prove scritte. Quest’anno si svolgerà lunedì 25 giugno 2018, di mattina o pomeriggio (a seconda di quanto stabilito dalla commissione). La prova è di tipo multidisciplinare e abbraccia non più di cinque materie studiate nel corso del quinto anno.

Gli studenti sono chiamati a rispondere a quesiti singoli o multipli, a risolvere problemi o casi di studio professionali, sviluppo di progetti. Una parte dell’esame è dedicato all’accertamento della padronanza di una lingua straniera. La traccia della terza prova, a differenza delle prime due, viene stabilita dalla commissione e non dal ministero. Anche in questo caso, il voto massimo è di 15 punti e la sufficienza è di 10 punti. Questo è l’ultimo anno in cui viene svolta tale prova perché dal 2019 non farà più parte dell’esame di Stato.

Dulcis in fundo: l’esame orale!

Dopo aver superato lo scoglio degli scritti viene poi la volta del fatidico esame orale. La data d’inizio dell’ultima prova della maturità viene stabilità dalla commissione e di solito è prevista nella settimana successiva alla fine degli scritti. Gli orali inizieranno a sorteggio: nei giorni precedenti il colloquio la commissione estrae a sorteggio la lettera che corrisponde all’iniziale del cognome del candidato che dovrà sostenere per primo l’esame. Si procede poi in ordine alfabetico per concludere le prove della Maturità 2018 e questo è tutto quello che c’è da sapere per affrontare al meglio l’esame.

Buona fortuna a tutti i maturandi e le maturande d’Italia dalla redazione di DGmag!

(Foto: Grandangolo Agrigento)

Loading...

Vi consigliamo anche