0 Shares 165 Views

Maturità 2019: le novità

Emanuele Calderone - 28 novembre 2018
Emanuele Calderone
28 novembre 2018
165 Views
maturità 2019 ecco le novità

Grazie alla firma del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, la maturità 2019 presenterà molte novità. Ecco quali sono le principali.

Maturità 2019: ecco quali saranno le novità

Il nuovo anno scolastico è cominciato da poco più di due mesi, ma è già tempo di parlare di esami di maturità. Il ministro Marco Bussetti ha approvato, qualche giorno fa, il decreto con i quadri di riferimento degli scritti per la maturità ’19. Nel documento sono esplicitate caratteristiche e finalità delle prove.

I quadri sono due e riguardano le prove scritte e orali da sostenere nel corso dell’esame. La prima prova in lingua italiana sarà comune a tutte le scuole. La seconda prova varia in base all’indirizzo.

La prima prova

I maturandi sceglieranno tre tipologie differenti di compito: la tipologia A consisterà in un’analisi del testo; la B in un’analisi e produzione di un testo argomentativo. Il testo C riguarderà la stesura di un testo argomentativo e verrà richiesto allo studente di dare un suo punto di vista riguardo l’argomento.

Per quel che riguarda la valutazione, agli studenti sarà chiesto di “padroneggiare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti”.

Seconda prova

Le novità della maturità 2019, che si affiancheranno a quelle del 2018, riguarderanno anche la seconda prova. Per i licei classici, ad esempio, oltre alle classiche prove di latino e greco, ci sarà la possibilità di una nuova prova mista. Sorte simile, sebbene in altro ambito, capiterà agli studenti degli scientifici. I maturandi potrebbero dover affrontare un esame unificato composto da una parte di fisica e una di matematica.

Per gli istituti tecnici la seconda prova sarà suddivisa in due parti distinte. Dopo una prima parte comune a tutti, gli studenti dovranno rispondere -sempre in forma scritta- ad ulteriori quesiti. Negli istituti professionali, infine, una prima metà sarà la stessa per tutti, una seconda sarà invece scelta dalla commissione esaminatrice.

Gli orali

Per quanto riguarda gli orali ancora non si sa molto. Di certo ulteriori novità verranno rese note a partire dal prossimo mese di Gennaio. Lo studente dovrà sostenere un colloquio nel quale si affronteranno anche l’esperienza dell’alternanza scuola lavoro. Saranno fatte anche domande riguardo le attività di Cittadinanza e Costituzione.

Le prove scritte della maturità 19 presenteranno dunque numerose novità. Tutti questi cambiamenti sono fatti affinché il livello dei maturandi possa crescere. D’altra parte un livello culturale alto è la base minima da cui partire, per poter affrontare la vita da adulti.

[foto: catania.liveuniversity.it]

Loading...

Vi consigliamo anche