0 Condivisioni 577 Leggi tutti gli articoli

Muore a 93 anni Andrea Camilleri

Alessandro Crupi - 17 luglio 2019
Alessandro Crupi
17 luglio 2019
577 Leggi tutti gli articoli
Andrea-Camilleri

Andrea Camilleri è morto oggi a Roma, dopo un mese di agonia a seguito del suo ricovero per arresto cardiocircolatorio. Ha lasciato i suoi tantissimi ammiratori in punta di piedi a 93 anni il grande scrittore, la cui notorietà ha toccato l’apice con la creazione del personaggio-cardine dei suoi racconti: il commissario Montalbano.

Andrea Camilleri e il suo commissario Montalbano

Una figura divenuta talmente celebre e apprezzata da ispirare le altrettanto famose serie tv che hanno strizzato l’occhio ai romanzi di Andrea Camilleri, in cui l’attore Luca Zingaretti ha interpretato con successo proprio Montalbano.

Esponente di grande valore della cultura italiana e siciliana, Camilleri si è distinto per il suo eclettismo, essendo stato scrittore, regista, sceneggiatore, insegnante, drammaturgo e anche attore.

Particolarmente innamorato della sua terra natìa, la Sicilia (nacque a Porto Empedocle il 6 settembre del 1925), tra le sue innumerevoli passioni e interessi c’è stata anche la politica e, in giovane età, s’iscrisse al Partito Comunista.

Andrea Camilleri trascorse una vita in Rai, dal 1957 al 1997 con qualche anno intermedio di assenza. Fiore all’occhiello della sua esperienza nella televisione di Stato la cattedra di regia all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica e la carica di delegato alla produzione.

Andrea Camilleri geniale e arguto scrittore

Ma il terreno di conquista di Andrea Camilleri resta la scrittura, settore in cui ha esordito non certo giovanissimo ma che gli ha regalato grandi soddisfazioni e una fama enorme.

La principale caratteristica del suo stile è l’arguta coesistenza negli scritti dell’italiano con il siciliano. “Non si tratta di incastonare parole in dialetto all’interno di frasi italiane – dichiarava – quanto di seguire il flusso di un suono, componendo una sorta di partitura che invece delle note adoperi il suono delle parole.

Per arrivare ad un impasto unico, dove non si riconosce più il lavoro strutturale che c’è dietro. Il risultato deve avere la consistenza della farina lievitata e pronta a diventare pane”. Andrea Camilleri è e resterà sempre patrimonio culturale vivo e ricco della genialità artistica italiana.

Tra i suoi tanti riconoscimenti, ha vinto il Premio Internacional de Novela Negra e il Premio Fondazione Il Campiello oltre ad essere stato insignito dell’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e di Professore Emerito Honoris Causa all’Università Tor Vergata di Roma.

(Foto: www.anfp.it)

Loading...

Vi consigliamo anche