0 Shares 145 Views

Novità Giustizia, stop alle prescrizioni

Alessandro Crupi - 1 novembre 2018
Alessandro Crupi
1 novembre 2018
145 Views
Prescrizione giustizia

Prescrizione, si cambia. Il Governo gialloverde modifica il regime relativo a questo elemento molto importante della giustizia italiana con un emendamento al disegno di legge contenente le norme di contrasto alla corruzione.

La nuova prescrizione nella giustizia italiana

In sostanza, i termini temporali della prescrizione nella giustizia italiana restano bloccati dalla sentenza di primo grado fino alla pronuncia definitiva. È questa la novità principale introdotta dal testo che riscrive buona parte dell’impianto della prescrizione modificando gli articoli 158, 159 del Codice Penale e abrogando il primo comma dell’articolo 160 dello stesso Codice.

Nel dettaglio il primo comma dell’articolo 158, adesso, recita: “Il termine della prescrizione decorre, per il reato consumato, dal giorno della consumazione; per il reato tentato, dal giorno in cui è cessata l’attività del colpevole; per il reato permanente o continuato, dal giorno in cui è cessata la permanenza o la continuazione (fonte www.ilsole24ore.com)”.

Le variazioni apportate all’articolo successivo, 159, riguardano invece il secondo comma, sostituito dalla seguente disposizione: “Il corso della prescrizione rimane altresì sospeso dalla pronunzia della sentenza di primo grado o del decreto di condanna fino alla data di esecutività della sentenza che definisce il giudizio o della irrevocabilità del decreto di condanna (fonte www.ilsole24ore.com)”.

Giustizia e prescrizione. Il Governo velocizza l’approvazione

Nell’ambito dello stesso articolo 159 vengono anche abrogati i commi tre e quattro. Il nuovo testo sulla prescrizione è stato depositato presso la Commissione Giustizia della Camera dei Deputati e il Governo (con il Movimento 5 Stelle in testa) intende approvarlo nel più breve tempo possibile.

A questo proposito la Commissione potrebbe già votarlo lunedì per poi schiudergli le porte dell’assemblea parlamentare.

Le nuove misure sulla prescrizione seguono la fresca approvazione del Decreto Fiscale 2019 collegato alla Legge di Bilancio, la cui principale novità è rappresentata dalla cosiddetta pace fiscale attraverso soprattutto la tassazione del 20% sui redditi mai dichiarati.

Come si ricorderà, il Decreto ha anche determinato la cancellazione delle cartelle esattoriali di importo inferiore ai mille euro emesse dal 2000 al 2010.

[Foto: www.altalex.com]

Loading...

Vi consigliamo anche