0 Condivisioni 384 Leggi tutti gli articoli

Nuovi voucher: la guida per imprese e famiglie

dgmag - 30 novembre 2018
dgmag
30 novembre 2018
384 Leggi tutti gli articoli
i nuovi voucher del Governo

I nuovi voucher sono stati introdotti dal Governo in sostituzioni dei precedenti buoni utilizzati per le prestazioni occasionali. Andiamo a vedere cosa sono nello specifico.

Nuovi voucher: la guida

Con il Decreto Dignità sono state apportate profonde e sostanziali modifiche sul piano lavoro. In particolare per ciò che riguarda le prestazioni occasionali sono stati fissati i nuovi voucher per il lavoro con interessanti innovazioni. Il Governo ha infatti istituito il Voucher Famiglia e il Contratto di prestazione occasionale. Il primo èun libretto utilizzabile anche da privati mentre il secondo è un Voucher destinato alle imprese che può essere utilizzato sia dalle aziende che da enti e associazioni.

Chi può beneficiare dei nuovi voucher? Possono utilizzarli persone fisiche che non svolgono attività professionale mediante il Voucher Famiglia. Oppure aziende e simili attraverso il Voucher Imprese se hanno fino a 5 dipendenti con contratto a tempo indeterminato. Servono, invece, 8 dipendenti per le aziende che operano nel settore del turismo. Possono comunque beneficiarne tutti quei soggetti disoccupati, iscritti all’università under 25, in pensione o invalidi. Ed anche coloro che ricevono sussidi alternativi a sostegno del reddito e del salario.

Quali regole comportano questi voucher?

Qualunque soggetto può utilizzare i voucher a patto che non abbia con la persona che lo riceve un vero e proprio rapporto di lavoro subordinato (ovvero della durata superiore a sei mesi). In quel caso infatti bisogna contrattualizzare la persona. Per quanto riguarda le imprese agricole è richiesta l’iscrizione del personale per l’anno precedente nei registri anagrafici dei lavoratori agricoli.

Qual è la differenza tra il voucher famiglia e il voucher imprese? Il libretto famiglia è nominato e prefinanziato, ovvero si compone di titoli di pagamento del valore di 10 euro e può essere utilizzato per pagare attività lavorative di un’ora. Può essere acquistato mediante F24 – Modello Elide, usando come causale LIFA oppure mediante il Portale dei pagamenti. Il voucher per le aziende invece ha dei limiti più specifici, non può essere ad esempio utilizzato per le prestazioni occasionali come appalti o per settori come imprese edili e simili.

Particolarità nuovi voucher

I nuovi voucher servono per quei rapporti di lavoro che producono in un anno un importo non superiore ai 5 mila euro, compensi e tasse incluse. Inoltre il soggetto che ne beneficia non può ricevere dallo stesso datore di lavoro più di 2500 euro e 280 ore di servizio. Il contratto di prestazione occasionale invece è rivolto a professionisti, imprenditori, fondazioni, strutture turistiche, onlus ma riguarda comunque un lavoro saltuario e sporadico e non continuativo.

Il compenso dei nuovi voucher viene stabilito tra le parti. Deve essere di almeno 9 euro netti all’ora, 8 per i privati con un limite giornaliero pari almeno a 36 euro quindi 4 ore lavorative (anche se si lavora di meno). La liquidazione viene poi effettuata dall’INPS entro il 15 del mese successivo allo svolgimento del lavoro stesso.

[Foto: www.businessonline.it]

Loading...

Vi consigliamo anche