0 Condivisioni 543 Leggi tutti gli articoli

Pace fiscale ultimissime, tutte le novità

Emanuele Calderone - 16 ottobre 2018
Emanuele Calderone
16 ottobre 2018
543 Leggi tutti gli articoli
salvini di maio pace fiscale

Nella serata del 15 Ottobre, il governo ha approvato la cosiddetta pace fiscale: il condono permetterà a molti di rimettersi in regola

Approvata la pace fiscale

Dopo una lunga discussione, che ha anche messo a serio rischio l’asse Lega Movimento 5 Stelle, nella serata di ieri, il governo ha approvato finalmente la pace fiscale. Di cosa si tratta? Di una sanatoria che permetterà a molti italiani di regolamentare la loro posizione nei confronti del fisco. Il condono riguarderà chiunque abbia un arretrato con il fisco di massimo 100 mila euro. I debitori dovranno pagare solo il 20% del dovuto.

In arrivo inasprimento per tutti gli evasori

Se da un lato, dunque, c’è chi potrà tirare un po’ il respiro, d’altra parte gli evasori andranno incontro a pene molto più aspre. Questo è quanto è stato richiesto dal Movimento 5 Stelle. Luigi Di Maio ha dichiarato “ci siamo accordati sul fatto che per gli evasori ci sarà la galera. Ci sarà la pace fiscale per aiutare chi non ce la fa con le cartelle Equitalia, ma non ci sarà nessun salvacondotto per chi evade”. Il leader pentastellato ha dunque messo i puntini sulle I, chiarendo che questa scelta del governo non andrà a favorire l’evasione.

Ecco quel che accadrà con questa pace fiscale

Cosa prevede, dunque la pace fiscale? Presentando una dichiarazione integrativa, coloro i quali non avranno denunciato i redditi a partire dal 2013 potranno mettersi in regola. Ciò potrà accadere solamente se il denaro da restituire non sia superiore a un terzo del reddito dichiarato l’anno prima. Il tetto massimo è di 100 mila euro.

Una pace fiscale, dunque, che per molti versi sa di condono, anche se la legge prevede un inasprimento delle pene per gli evasori.

[foto: gds.it]

Loading...

Vi consigliamo anche