0 Condivisioni 177 Leggi tutti gli articoli

Pedaggi autostradali. Aumenti bloccati

Alessandro Crupi - 30 giugno 2019
Alessandro Crupi
30 giugno 2019
177 Leggi tutti gli articoli
Pedaggi-autostradali

L’annunciato aumento delle tariffe delle autostrade a partire da domani alla fine non ci sarà. Pedaggi autostradali bloccati, quindi, per il gruppo Atlantia-Autostrade per l’Italia della famiglia Benetton.

Blocco ai pedaggi autostradali fino al 15 settembre

La decisione di bloccare i pedaggi autostradali è stata presa dalla stessa società che gestisce la rete di trasporto su gomma fino a quando non si arriverà ad un accordo con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

L’estate sarà quindi salva per i tanti automobilisti che decideranno di spostarsi verso le mete turistiche del Belpaese. Le tariffe resteranno, infatti, bloccate fino al 15 settembre 2019, così come annunciato dal cda di Aspi (Autostrade per l’Italia).

Lo stesso gruppo ha anche stabilito di confermare, fino a fine anno, le esenzioni totali sulle arterie più importanti e frequentate di Genova e delle altre tratte liguri.

Scelta fatta per venire incontro alle esigenze di una popolazione duramente colpita dal rovinoso crollo di una parte del Ponte Morandi il 14 agosto 2018, poi demolito proprio venerdì.

Stop ai pedaggi autostradali ma non alle polemiche

Ma alla sospensione dei pedaggi autostradali non corrisponde lo stop alle polemiche, che non si placano. Protagonisti sono sempre la stessa società dei Benetton e il Ministro dello Sviluppo economico nonché vicepremier Luigi Di Maio.

Oggetto del contendere è ancora una volta la paventata revoca della concessione della rete autostradale ad Aspi da parte del Governo. Un argomento che si trascina dalle ore successive al crollo verificatosi nell’estate scorsa.

A tal proposito, Di Maio ha rincarato la dose sostenendo che “se il 14 agosto la politica e il Governo vuole andare a commemorare le vittime del ponte Morandi, ci vada, e ci dobbiamo andare, con la revoca delle concessioni almeno avviata, con la procedura di revoca almeno avviata (fonte www.gazzetta.it)”.

(Foto: www.ilfattoquotidiano.it)

Loading...

Vi consigliamo anche