0 Condivisioni 707 Leggi tutti gli articoli

Pensioni Novità: le novità della Legge di Bilancio 2019

dgmag - 17 ottobre 2018
dgmag
17 ottobre 2018
707 Leggi tutti gli articoli
Pensioni Novità

Molti cambiamenti ci aspettano in seguito all’approvazione della legge di Bilancio 2019. Soprattutto in ambito di Pensioni Novità, in primis la Quota 100. Si tratta di una rivoluzione per le pensioni italiane.

Pensioni Novità: cose da sapere

Non ci credeva nessuno e invece è ufficiale soprattutto per quanto riguarda le novità delle pensioni. Da febbraio 2019 partirà la Quota 100 che manda in pensione la legge Fornero sul sistema pensionistico italiano. E approccia ad un modo completamente nuovo di pensare il pensionamento nel nostro paese. Dopo questa novità in primavera sarà la volta della pensione di cittadinanza che, grazie al taglio delle pensioni d’oro, dovrebbe garantire un minimo equo a tutti i pensionati per far fronte alla loro vita. Per le donne la novità, sempre in tema pensioni, riguarda l’opzione Donna.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nel corso della serata del 15 ottobre la manovra e l’ha condivisa ufficialmente con tutti i paesi dell’Unione Europea, il testo diventerà effettivo e definitivo solo a dicembre. Il sistema previdenziale italiano cambia notevolmente ma per adesso non si parla della Quota 41 che era stata inizialmente accennata insieme a Quota 100. La riforma è volta ad aumentare le pensioni minime garantendo una cifra tale che consenta ad un pensionato di vivere dignitosamente. L’idea dovrebbe essere quella di equiparare pensioni minime e reddito di cittadinanza a 780 euro.

Quota 100 e altre novità

La Quota 100, che in pochi sanno essere in realtà stata richiesta dalla stessa Fornero, porterà al superamento del sistema attualmente in vigore. Tale meccanismo porterà al pensionamento anticipato di molti. Il 100 è dato dalla combinazione dell’età e dei contributi versati ed è un buon punto a favore di coloro che hanno iniziato a lavorare giovani. Se una persona ad esempio vanta 38 anni di contributi non dovrà attendere, come accade ora, il compimento dei 68 anni per andare in pensione. Potrà, invece, farlo al raggiungimento di 62 anni perché in questo modo 38 anni di contributi e 62 anni di età anagrafica compongono la Quota 100. Questa misura fortemente voluta costerà 7 miliardi di euro e ingloberà 400 mila lavoratori.

Il Governo con la Legge di Bilancio ha studiato molte novità in ambito pensioni. Oltre la Quota 100 fortemente voluta e annunciata, sarà praticato il taglio delle pensioni d’oro. Questoconsentirà di risparmiare un miliardo di euro in tre anni. E l’opzione Donna che consente alle donne di uscire anticipatamente dal mercato del lavoro dal momento che sono più svantaggiate degli uomini. E anche spesso costrette a cambiare lavoro o lavorare in modo discontinuo e quindi avere una situazione contributiva complessa e frammentata. Inoltre, le misure che vedremo sono l’Ape Sociale. Ed anche una nuova salvaguardia che servirà a sistemare tutti coloro che andranno in pensione a cavallo tra questi due sistemi così diversi.

Loading...

Vi consigliamo anche