0 Condivisioni 315 Leggi tutti gli articoli

Poste Italiane regala 200 euro, la truffa

Alessandro Crupi - 21 marzo 2019
Alessandro Crupi
21 marzo 2019
315 Leggi tutti gli articoli
Poste Italiane truffa

Nuova truffa online in azione attraverso il canale della posta elettronica. Ancora una volta il bersaglio degli hacker sono i clienti di Poste Italiane, destinatari in questo caso di un fantomatico premio di 200 euro.

Email truffa usando il nome di Poste Italiane

Il fenomeno del pishing-truffa cerca di colpire ancora con una nuova formula ma usando metodi e motivazioni ormai vecchie che mirano ai soldi del malcapitato o malcapitata.

In questa circostanza all’individuo che, ignaro dell’inganno, apre l’email e segue le indicazioni della stessa viene formulato un questionario. Questa tecnica è già apparsa in passato ma, nonostante le numerose segnalazioni, ritorna a minacciare la sicurezza degli utenti di Poste Italiane.

Il raggiro parte dall’interfaccia grafica della stessa email, che sembra molto simile se non pressoché identica a quella originale. Se non si sta attenti al contenuto dell’oggetto, quindi, è piuttosto facile farsi ingannare.

Il messaggio comunica alla persona con toni gioiosi l’opportunità di ricevere una somma in contanti di 200 euro in occasione dei 200 anni della società.

Il questionario-truffa spacciato per Poste Italiane

A questo punto scatta una richiesta di risposta celere ad una serie di domande. La fretta viene giustificata con la motivazione che solo 2000 clienti avrebbero questa possibilità e che ci sono solo 378 posti ancora disponibili.

Ovviamente si tratta di una vera e propria truffa usando il nome di Poste Italiane e finalizzata ad ottenere denaro. Chiunque, quindi, dovesse ricevere un’email di questo tipo deve cestinarla immediatamente, senza neppure aprirla.

Così come deve ripetere lo stesso gesto negli altri casi in cui dovesse ritrovarsi altre email del medesimo genere, che promettono regali di somme di denaro o richiesta di dati personali.

(Foto: www.gizblog.it)

Loading...

Vi consigliamo anche