0 Condivisioni 711 Leggi tutti gli articoli

Quali sono le mansioni di uno specialista SEO?

LaRedazione - 5 aprile 2019
LaRedazione
5 aprile 2019
711 Leggi tutti gli articoli
specialista SEO cosa fa

Il compito più importante di un esperto di SEO è quello di incrementare il traffico del sito su cui opera tramite il posizionamento della parole chiave pertinenti con i servizi/prodotti trattati dall’azienda cliente. Le keyword devono essere scelte e utilizzate in modo tale da permettere agli internauti di soddisfare la propria search intent, per una  esperienze di navigazione piacevole, capace di fornire un approfondimento o di trovare il prodotto con le caratteristiche più pertinenti alla propria ricerca. Uno specialista del settore deve sapere che i motori di ricerca, Google in testa, si evolvono in continuazione e vengono aggiornati con una certa frequenza: pertanto è indispensabile che si informi e che sappia come rispondere a questi cambiamenti, per adattarsi alle variazioni che subentrano.

Come cambia Google

Con il passare del tempo, una stessa ricerca su Google può fornire risultati differenti, dal momento che ci sono numerose variabili che possono determinare cambiamenti più o meno significativi: il ranking di una pagina o di un sito è determinato da centinaia di fattori che un SEO specialist è tenuto a conoscere e a padroneggiare, per sapere quali trend vengono associati da Google alle parole chiave. In concreto, questo vuol dire impegnarsi per ottimizzare i siti web su cui l’esperto è chiamato a intervenire. Quando gli algoritmi di Google cambiano, devono essere cambiate anche le strategie SEO e le tecniche di realizzazione siti web utilizzate fino a quel momento.

Tra passato e presente

In precedenza, per esempio, un ruolo fondamentale era quello dei meta tag e delle parole chiave, mentre allo stato attuale lo scenario è decisamente più variegato e caratterizzato da un livello di complessità più elevato. Le keyword continuano a conservare una certa importanza, ma il lavoro di un esperto SEO si fa molto più impegnativo e presuppone un bagaglio di competenze e di esperienza molto più vasto. In alcuni casi può essere utile anche ricorrere alle strategie di digital marketing che fanno riferimento al pay per click: sia le strategie on page che quelle off page possono garantire vantaggi consistenti. Tra i trend emergenti, invece, si segnalano l’ottimizzazione dei video e, naturalmente, le potenzialità che vengono offerte dai social network.

Quali competenze deve avere uno specialista della SEO?

Le skill di cui deve essere in possesso un esperto SEO evolvono in simultanea con i cambiamenti degli algoritmi di Google: se è vero che le regole dell’ottimizzazione per i motori di ricerca sono sempre le stesse, è altrettanto innegabile che sono i motori di ricerca che sono cambiati e continuano a farlo. Fermo restando che ormai usare trucchi per arrivare nelle prime posizioni dei risultati di ricerca è poco conveniente dal punto di vista pratico (oltre che scorretto sul piano etico) perché rischia di provocare penalizzazioni importanti, vale la pena di valutare con estrema attenzione il business che si è chiamati a promuovere, pensando alla globalità dello scenario e considerando, quindi, non solo i volumi di ricerche per specifiche keyword da parte degli internauti, ma anche le azioni dei competitor.

Perché aggiornarsi

In questo settore il valore dell’aggiornamento – di un aggiornamento che sia costante nel tempo, ovviamente – è prezioso, e non c’è professionista della SEO che possa permettersi di sedersi sugli allori o di accontentarsi di quello che già sa. L’obiettivo è quello di incrementare la visibilità di un sito con le tecniche e le possibilità che i continui cambiamenti della Rete offrono, per fare in modo che quel sito possa ottenere sempre più visitatori e che quei visitatori si convertano in clienti.

Le keyword utili

Occorre, in particolare, focalizzare l’attenzione sulle cosiddette keyword utili, vale a dire le parole chiave che sono in grado di generare profitti e che permettono di raggiungere i traguardi desiderati, magari sotto il profilo della reputazione online. D’altro canto, un bravo SEO specialist non può pensare di fare tutto da solo ma ha bisogno anche degli strumenti che la tecnologia gli mette a disposizione: Google Trend, Google Search Console e Google Analytics sono tutti esempi importanti in questo senso. Oltre a questi tool di analisi, poi, ce ne sono altri che consentono di verificare se le prestazioni a cui si ambisce vengono raggiunte o meno, anche in relazione alle performance dei concorrenti.

Loading...

Vi consigliamo anche