0 Condivisioni 1144 Leggi tutti gli articoli

Raccomandata codice 616: cosa è?

dgmag - 19 agosto 2018
dgmag
19 agosto 2018
1144 Leggi tutti gli articoli
Raccomandata codice 616

La raccomandata codice 616 rappresenta uno degli avvisi di giacenza che possiamo ricevere. Per fortuna non molto spesso potremmo trovarla controllando la cassetta della posta, tra qualche lettera e bolletta da pagare.

Raccomandata codice 616 : cosa è?

Quando ci viene recapitata una raccomandata codice 616, potrebbero fare riferimento a più di una tipologia di atti. Di sicuro l’arrivo di una raccomandata non è una notizia che viene accolta con gioia, ma prima di pensare al peggio e di lasciarsi prendere dallo sconforto. Faremmo meglio a informarci in anticipo a cosa possa riferirsi l’atto, nel caso, come quello in questione, di un avviso di giacenza con codice 616.

Cominciamo col dire che una raccomandata con codice 616 potrebbe riguardare comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate. Oppure un avviso di mancato pagamento del bollo dell’automobile, ma anche una comunicazione dell’assicurazione in riferimento a un sinistro.

nel caso specifico di una comunicazione di mancato pagamento del bollo il codice 616 rientra tra le cartelle di pagamento. Inoltre, ci sono casi in cui, per nostro sollievo, dovrebbe trattarsi di qualcosa di molto meno allarmante.

Altri casi specifici

In particolare l’avviso di giacenza con codice 616 potrebbe riferirsi a una raccomandata contenente una semplice comunicazione da parte della casa madre dell’auto. Questo avviene qualora la stessa presentasse dei problemi tecnici o dei pezzi difettosi e quindi da sostituire in officina.
In ogni caso è bene ricordare che gli effetti collegati alla raccomandata si producono nel momento in cui essa viene spedita all’indirizzo del destinatario. Fanno eccezione però le raccomandate contenenti atti giudiziari, nel qual caso, gli effetti della notifica si producono, per il destinatario, dal giorno in cui egli riceve concretamente la busta o dichiara al postino di non volerla accettare. Quando, invece, il destinatario non è presente in casa al momento della consegna della posta, gli effetti si producono solo dopo i dieci giorni successivi al deposito della lettera presso l’ufficio postale.

Varie raccomandate

Ogni volta che si riceve una lettera di tale portata, infatti, per risalire al mittente, o quantomeno individuare la tipologia dell’atto cui la raccomandata farebbe riferimento esistono vari metodi per “capire”. Infatti, oltre al colore del cartoncino, andremo come di consueto a controllare subito le prime tre cifre del codice identificativo. Ci sono infatti vari gruppi di codici a seconda della tipologia dell’atto e ciascuno di essi rientra in determinate categorie.

Ai codici 12, 13, 14, invece, o a quelli che iniziano per 15 (15, 151, 152, 1513, 1514, 1515), corrispondono le raccomandate indescritte, ovvero quelle standard. Si tratta per lo più di lettere inviate da un privato, es. avvocato o società che fornisce delle utenze.

Le raccomandate market 648 sono molto simili a quelle 649 e possono avere gli stessi contenuti. Diverse naturalmente dalle raccomandate market 665

La raccomandata market 573, quindi, è tra quelle temibili. Diverso il discorso, invece, per altri “numeri”. I codici che non dovrebbero destare alcun timore sono il 12, il 13 e il 14. Rientrano tra i semplici avvisi. Quelli che sono i più sgraditi sono invece quelli che vanno dal 76 al 79 e che contengono verbali o multe. In genere hanno anche la busta verde. Esiste anche il 617.

Loading...

Vi consigliamo anche