0 Condivisioni 534 Leggi tutti gli articoli

Roma: raid dei Casamonica in un bar romano

Emanuele Calderone - 7 maggio 2018
Emanuele Calderone
7 maggio 2018
534 Leggi tutti gli articoli
Casamonica picchiano due persone in bar

Alcuni esponenti della famiglia dei Casamonica ha selvaggiamente picchiato due persone in un bar di Roma

Roma: i Casamonica picchiano due persone in un bar

Roma è da sempre terreno fertile per la criminalità organizzata. Uno degli ultimi episodi, in ordine di tempo, è avvenuto la domenica di Pasqua e ha visto protagonisti alcuni esponenti della famiglia dei Casamonica. I due soggetti in questione hanno malmenato il proprietario dell’esercizio e una donna disabile, massacrandoli di botte. Anche il locale, logicamente, è stato danneggiato dai due affiliati alla famiglia. La questione è nata perché i Casamonica volevano essere serviti per primi.

La cliente disabile frustata e presa a botte

La cliente, una signora diversamente abile che si trovava nel bar, è stata selvaggiamente picchiata dagli uomini, che prima l’hanno frustata con una cinta. Non contenti delle ferite già inflitte, i due pregiudicati, Antonio Casamonica e il cugino Alfredo Di Silvio, hanno poi preso a calci e pugni la signora, minacciandola poi di ucciderla, laddove avesse provato a contattare la polizia per denunciare quanto appena accaduto.

La moglie del titolare: “tutti i giorni per intimorirci”

La moglie del titolare del bar ha così commentato quanto accaduto “Dopo quello che è successo loro continuano comunque a passare qui davanti tutti i giorni, non prendono più il caffè ma ci fanno vedere la loro presenza”. Un comportamento assolutamente contrario a qualsivoglia buon senso, che non fa altro che accrescere il senso di insicurezza che si respira nelle strade della Capitale.

L’aggressione da parte dei due Casamonica ai danni della signora disabile e del titolare del Bar non fa altro che sottolineare come la situazione a Roma versi in condizioni a dir poco gravi. Le istituzioni dovranno quanto fare qualcosa, affinché episodi del genere non si ripetano più.

[foto: tpi.it]

Loading...

Vi consigliamo anche