0 Condivisioni 487 Leggi tutti gli articoli

Ryanair fa pagare il trolley? Servizi alternativi

dgmag - 18 settembre 2018
dgmag
18 settembre 2018
487 Leggi tutti gli articoli
Ryanair

Ryanair ha annunciato che da novembre non sarà più possibile per gli utenti salire a bordo con un bagaglio a mano. A meno che non si paghi un extra o non si trasporti una piccola borsa. Esistono dei servizi alternativi.

Novità Ryanair

Su Ryanair i bagagli a mano grandi (comunque sotto i dieci chili di peso e delle dimensioni 40x20x25) dovranno sostanzialmente essere acquistati. Gli utenti a questo punto hanno due opportunità. O acquistare l’imbarco prioritario a 6 euro a tratta oppure imbarcare il bagaglio in stiva e quindi pagare (un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 10 euro rispetto agli attuali 25).

Già lo scorso gennaio la compagnia aveva modificato il suo regolamento. I viaggiatori che prima potevano portare due borse, si erano visti opzionare questa possibilità, garantita solo per chi aveva precedentemente acquistato l’opzione priority. La società inoltre in questi mesi è stata nella bufera a causa degli innumerevoli scioperi e ritardi che hanno compromesso la sua reputazione.

Autogoal?

Quindi le soluzioni per i viaggiatori che non vogliono spendere troppi soldi sono due. Si potrà rinunciare ai grandi trolley e optare per delle piccole soluzioni come uno zainetto che sarà possibile portare a bordo gratuitamente. Oppure fare un unico bagaglio cumulativo se si viaggia con altre persone. L’opzione più utile anche in termini economici comunque è quella di acquistare l’opzione imbarco prioritario. Oltre a garantire l’accesso immediato a bordo, consente di trasportare due bagagli uno grande e uno piccolo.

Questa opzione è sembrata un passo indietro da parte dell’azienda irlandese. Non si tratta di costi proibitivi dal momento che le tariffe di viaggio di Ryanair sono economiche. Infatti, adesso gli utenti debbano aggiungere costi vari ed eventuali per servizi basilari che altre compagnie integrano nel loro prezzo. Ai quali vanno aggiunti i disservizi e le problematiche rilevate negli ultimi mesi. Tutti questi fattori potrebbero portare a un progressivo abbandono dalla compagnia economy per eccellenza.

Servizi alternativi

Dopo l’annuncio di Ryanair, hanno preso “piede” degli interessanti servizi di spedizione delle borse. Per pochi euro ci sono delle start up che vengono a ritirare i bagagli a casa e li portano a destinazione che si tratti di un’abitazione, un hotel o una casa vacanze. Questo servizio utilizzato anche dalle star permette di trasportare anche bagagli di grandi dimensioni a costi nettamente inferiori e senza alcuna seccatura. 

First Luggage è una delle agenzie più grandi e care. 128 sterline il costo previsto per mandare un bagaglio di 30 kg dall’Italia alla Gran Bretagna. Send my bag, invece, prevede un costo di 37 euro euro per spedire un collo da 30 kg, dall’Italia alla Spagna. Spedizione in 4-5 giorni. Il prezzo diventa di 150 euro per la consegna express (1-2 giorni). Viaggiare senza valigie, invece, porta un bagaglio dello stesso peso dall’Italia alla Francia per 31 euro.

Con AirPortr, il cliente può spedire il bagaglio in aeroporto e poi recarsi a destinazione senza doversene più preoccupare. La valigia sarà ritirata e consegnata all’indirizzo indicato. Costo 35 sterline.

Diverso il modello di business della compagnia italiana Bag Express. Questa azienda di Napoli consegna bagagli in tutta l’Unione Europea. Due le tariffe: 33 euro per spedizioni in Italia e 55 euro (fino a 40 kg) per spedizioni Italia-Europa o Europa-Europa.

L’unico disagio è dover preparare i bagagli per tempo. E spedirli qualche giorno prima se si vuole essere sicuri di trovarli all’arrivo. Oppure spendere decisamente di più per la consegna express.

[Foto: www.aviationcv.com]

Loading...

Vi consigliamo anche