0 Condivisioni 443 Leggi tutti gli articoli

Scontrino elettronico, ecco chi ne è esente

Alessandro Crupi - 21 maggio 2019
Alessandro Crupi
21 maggio 2019
443 Leggi tutti gli articoli
Scontrino

Giornalai, agricoltori, tabaccai, taxisti e mezzi di trasporto pubblico sono le attività commerciali dispensate dall’obbligo di emettere lo scontrino elettronico.

Quando lo scontrino elettronico non è obbligatorio

Il provvedimento sarà confermato dal decreto del Ministero dell’Economia e Finanza di cui è titolare Giovanni Tria, ormai prossimo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Niente obbligo di registrazione e trasmissione telematica degli incassi all’Agenzia delle Entrate, quindi, per le suddette categorie lavorative.

Basterà un ricevuta cartacea. Sarà comunque temporaneo l’esonero dall’emissione dello scontrino elettronico i cui effetti, in determinati casi, partiranno a fine 2019. Solo dal primo gennaio 2020 scatterà, infatti, l’obbligo per tutti gli esercenti di attività commerciali al minuto e assimilate, affiancato dalla lotteria degli scontrini.

Ulteriori categorie che non devono emettere lo scontrino elettronico

Un’idea, quest’ultima, pensata proprio per incoraggiare i consumatori a chiedere lo scontrino fiscale partecipando ad un’estrazione la cui vincita finale può arrivare fino a un milione di euro.

In questo caso l’obbligo è stato posticipato per consentire a queste tipologie di lavoratori autonomi di prepararsi alla certificazione digitale. Non soggetti all’obbligo saranno tutti coloro che producono attività non superiori all’1% del volume d’affari globale del 2018 (le cosiddette “attività marginali”) nonché le cessioni e prestazioni svolte su mezzi di trasporto durante viaggi internazionali.

Obbligati ad emettere lo scontrino elettronico a partire dal primo luglio di quest’anno è solamente chi fa registrare un volume d’affari superiore a 400mila euro.

(Foto: www.theitaliantimes.it)

Loading...

Vi consigliamo anche