0 Condivisioni 633 Leggi tutti gli articoli

Siracusa: insegnante picchiato dai genitori di un alunno

Emanuele Calderone - 11 gennaio 2018
Emanuele Calderone
11 gennaio 2018
633 Leggi tutti gli articoli
Insegnante picchiato a scuola

Succede spesso, a scuola, che un ragazzo venga ripreso o sgridato dal proprio insegnante. Generalmente, quando ciò accade, un genitore dovrebbe indagare sul comportamento del proprio figlio, prima di scagliarsi -in senso figurato si intende- contro il professore o la professoressa di turno.

Negli ultimi anni, però, la tendenza è quella di incolpare gli insegnanti: ragazzi sempre più indisciplinati vengono “coperti” da genitori incapaci di comprendere la personalità dei propri figli. L’ennesimo atto di violenza nei confronti di un docente è avvenuto ad Avola, un piccolo centro nei pressi di Siracusa: un professore, dopo aver sgridato un ragazzino di 12 anni, si è ritrovato a dover fare i conti con il padre e la madre di quest’ultimo. I due hanno fratturato una costola all’insegnante, che è stato prontamente condotto all’ospedale.

La furia dei due genitori è sfociata in un attacco inaspettato, che è stato placato solamente dall’intervento di alcuni colleghi del malcapitato. Alla scena, oltre ai tanti professori, hanno assistito anche molti studenti, che in quel momento si trovavano a scuola.
Alcuni testimoni hanno dichiarato alla stampa “Non lo conoscevano, hanno chiesto in giro chi fosse e poi lo hanno colpito”.

Per ora il malcapitato professore rimarrà in ospedale: la prognosi infatti è di dieci giorni. La scuola, come era facile immaginare, si è schierata apertamente dalla parte del docente; il preside ha infatti fatto sapere che ci sarà un’indagine relativa alla “violenza immotivata subita dal docente”.

Ora l’unica cosa che rimane da capire è cosa avrà mai detto l’insegnante al ragazzo, per far scattare così l’ira dei suoi genitori.

[fonti articolo: repubblica.it, tgcom24.mediaset.it, lasicilia.it]

[foto: www.ilsussidiario.net]

Loading...

Vi consigliamo anche