0 Shares 413 Views

Stripes Mania, la moda delle righe

La Redazione - 23 luglio 2018
La Redazione
23 luglio 2018
413 Views
Stripes Mania

Dalla moda al design: la Stripes Mania. E’ questo il nome della nuova sfida lanciata nel mondo del design che vede la riga come segno di stile.

Stripes Mania: cosa è?

Negli ultimi anni il mondo della moda è stato segnato dalla Stripes Mania. Le righe e il modo creativo con cui sono state utilizzate l’hanno fatto da padroni. Sia per quanto riguarda l’abbigliamento, sia per altri ambiti come il design e l’arte. Si può dunque parlare di una vera è propria “Stripes Mania“. Ha conquistato nel corso del tempo sempre più consensi, soprattutto grazie all’interessamento di stilisti e influencer.

Ed ecco che abbiamo righe verticali e orizzontali, ma anche diagonali, che si sovrappongono sulle t-shirt colorate e di altro tipo. Possono essere di vari colori, dal bianco a tonalità azzurro pastello. Tantissimi sono i brand della moda che producono outfit sofisticati in cui le stripes giocano un ruolo che potremmo definire essenziale.

Alcuni esempi

Da Chiara Ferragni a Gilda Ambrosio sono solo alcune delle influencer che hanno puntato tutto sulle stripes. Ma anche attori come George Clooney, che, recentemente, ha indossato un vestito Armani con cravatta a righe bianche e gialle. Sul fronte social l’hashtag #stripes è tra i più cliccati su Instagram con oltre sette milioni di post a lui dedicati.

Il successo della riga è innegabile e non deve far pensare solo a quelle che si usavano sulle divise dei carcerati fino a qualche secolo fa. Nello sport suscitano, da sempre, un certo clamore, basti pensare che, nei recenti Mondiali di Russia 2018, sono tantissimi i calciatori che le hanno sfoggiate. Dall’Argentina di Lionel Messi, con la classica maglietta a righe verticali bianche e celesti, a quelle rosse e diagonali del Perù. Queste t-shirt hanno intercettato grosse vendite nei vari store su Internet.

Un vero fenomeno commerciale

Ma quello della Stripes Mania è un fenomeno commerciale che va oltre la moda. Basti pensare al loro impiego nel design: sui muri di un appartamento, ad esempio, riescono a dare quel tocco in più all’ambiente. Nell’home decor le soluzioni sono poi variegate e variopinte. Tra queste molto usate sono le righe colorate da utilizzare tra tovaglie e piatti in modo da rendere più cool la cucina.

E a proposito di arte culinaria, spicca la cotoletta servita da Matias Perdomo nel suo ristorante. Viene proposta anche in una versione a righe che risalta l’immagine estetica del prodotto, rendendolo più invitante agli occhi dei clienti. Utilizzate pure nell’arte, sono davvero centinaia le stripes colorate che la pittrice Carla Sà Fernandes ha inserito nelle sue tele. Lo ha fatto creando delle combinazioni cromatiche davvero esaltanti.

Insomma, le stripes sono ormai entrate nel linguaggio visivo non solo della moda. Le si trovano nei campi più variegati, dal design all’arte. Sono dei segni di stile inconfondibili, capaci di ispirare artisti e fruitori.

[Foto: www.vogue.it]

Loading...

Vi consigliamo anche