0 Shares 229 Views

Uccise Vanessa Russo con l’ombrello: ora Doina Matei ha ottenuto i servizi sociali

Emanuele Calderone - 26 gennaio 2017
Emanuele Calderone
26 gennaio 2017
229 Views
Doina Matei godrà del regime di semi-libertà

L’uccisione di Vanessa Russo da parte di Doina Matei, nel 2007, sconvolse l’opinione pubblica italiana. La ragazza, di provenienza romena, uccise Russo dopo un litigio in metro, perforandole l’occhio con la punta di un ombrello. Condannata a 13 anni di reclusione, Doina chiese il regime di semilibertà già tempo addietro: dopo averlo ottenuto, nel mese di Aprile postò una foto sul suo profilo Facebook, che la ritraeva sorridente. L’immagine scatenò l’ira dei parenti di Vanessa e il tribunale decise pertanto di ritirare il regime di semilibertà alla donna.

Dopo aver passato alcuni mesi rinchiusa in carcere, Matei ha riottenuto la semilibertà poiché il suo comportamento, secondo il tribunale “non è così grave da incidere in profondità nel processo rieducativo in corso”. L’avvocato della donna ha reso comunque noto che la sua assistita non potrà utilizzare alcun tipo di social network. Doina lavorerà a Venezia, dove dovrà anche prendere la residenza; potrà uscire di casa dalle 6 alle 22, non potrà fare viaggi ne fare utilizzo di alcol e droghe.

Commentando la storia della sua assistita, il legale Nino Marazzita ha dichiarato che Matei ha scontato una pena molto più lunga di quella scontata da altre persone coinvolte in casi simili: secondo l’uomo ciò sarebbe stato favorito dal clima anti-straniero che, in Italia, si respira da molti anni.

La notizia della semi-libertà è stata commentata anche dal papà di Vanessa, che ha dichiarato “Per quanto mi riguarda, la possono lasciare libera anche domani. Ormai mi aspetto di tutto. Non trovo giusto però che rimanga in Italia. Le diano la libertà, lo ripeto, purché torni in Romania. Non è accettabile che rimanga qui a fare la bella vita. Così hanno proprio vinto loro”.

[fonti articolo: ilmessaggero.it, corriere.it, adnkronos.com]

[foto: today.it]

Loading...

Vi consigliamo anche