0 Shares 316 Views

Ultime notizie sulle pensioni. Si va verso Quota 100?

dgmag - 21 agosto 2018
dgmag
21 agosto 2018
316 Views
ultime notizie sulle pensioni

In arrivo le ultime notizie sulle pensioni. Sembra allontanarsi l’ipotesi di una revisione della Legge Fornero in grado di portare al varo della cosiddetta Quota 100

Ultime notizie sulle pensioni. Si va verso Quota 100?

Il tema delle pensioni continua a far discutere il mondo politico, soprattutto in relazione al ventilato smantellamento della legge Fornero.
Sino a qualche settimana fa sembrava certo un intervento dell’esecutivo gialloverde su quella che è probabilmente la legge più invisa agli italiani. Tuttavia, le novità delle ultime ore sembrano destinate a sfumare molto l’intento di Movimento 5 Stelle e Lega Nord. Proprio questi partiti si erano spesi molto sul tema  nel corso della campagna elettorale.

Lo stato sempre precario dei conti pubblici rende infatti abbastanza difficile reperire i fondi che dovrebbero andare a coprire la spesa preventivata, intorno ai 4 miliardi. Anche perché vi sono altre riforme non meno attese sul tavolo di contrattazione, ovvero il reddito di cittadinanza e la Flat Tax. Non va poi dimenticato che il Ministro del Bilancio Tria deve anche rimediare ben 12 miliardi al fine di poter impedire il temuto aumento dell’IVA.

Si interviene sulle pensioni?

L’unica cosa certa, ad oggi, è che se l’intervento legislativo avrà comunque luogo, al contempo rimarranno alcuni paletti che erano già stati messi in preventivo, ovvero i 64 anni di età anagrafica per poter rientrare nella cosiddetta Quota 100 necessaria per poter maturare il diritto alla fuoriuscita dal lavoro e il minimo di 36 anni di contributi versati.

Il problema, ad oggi, sembra essere quello dei cosiddetti lavoratori precoci. Si tratta diquelli che hanno iniziato a lavorare molto presto e avrebbero di conseguenza maturato i contributi necessari, ma non l’età giusta. Così come sembra ancora in alto mare la cosiddetta Opzione Donna. Si tratta di un altro tema caldo di discussione che sembra però dover essere almeno momentaneamente sacrificato alle esigenze di mantenere sotto controllo i conti statali, soprattutto alla luce della temuta reazione dei mercati. Una reazione che potrebbe essere abbastanza virulenta soprattutto in caso di bocciatura da parte delle agenzie di rating.

La tragedia e il cambio priorità

Va anche rimarcato come a rendere ancora più stretta la strada dell’esecutivo Conte concorra l’emergenza determinata dalla tragedia di Genova. Il Governo è stato obbligato a spostare una parte delle risorse preventivate. Una scelta necessaria per cercare di dare ossigeno ad una parte estremamente importante del Paese in modo da favorirne la ripresa.

A conti fatti non sembrano positive le ultime notizie sulle pensioni. Infatti, uno dei punti più importanti del contratto stilato dai due partiti di governo sembra almeno per il momento dover lasciare qualche pezzo per strada.

[Foto: www.contattonews.it]

 

Loading...

Vi consigliamo anche