0 Shares 181 Views

Un edificio a Sestriere travolto dalla slavina: evacuati i condomini

La Redazione - 9 gennaio 2018
La Redazione
9 gennaio 2018
181 Views
Slavina travolge condominio a Sestriere

La valanga di neve che si è riversata nel Bellevue, un edificio di cinque piani situato nei pressi di San Vittorio di Sestriere, nella serata di lunedì 8 gennaio, ha rievocato la tragedia di Rigopiano. Per fortuna non ci sono state vittime, ma ventinove abitanti dell’immobile hanno dovuto evacuare la struttura con l’aiuto dei Vigili del Fuoco e dei volontari della Croce Rossa. Tra di essi numerosi bambini che hanno vissuto qualche momento di panico.

I due piani del condominio sono stati invasi dalla neve, causata dal maltempo che ha colpito gran parte del nord Italia. L’ingresso principale, alcuni appartamenti e le finestre sono state sommerse dalla neve proveniente da valle, e che crea quel fenomeno comunemente chiamato “slavina“. Per fortuna la struttura portante del palazzo non ha subito danni.

Le ventinove persone evacuate sono riuscite quindi a scappare dall’edificio passando per il garage. Dopo aver trascorso la notte nella “Casa Olimpia”, un ufficio adibito al turismo nel Comune di Sestriere, in questo momento essi alloggiano in alcuni alberghi del Paese in attesa di poter tornare nelle loro abitazioni.

La neve ha investito gran parte del Settentrione e il maltempo sembra non essere intenzionato a placarsi. Questo ha causato il blocco di molte strade e la chiusura di alcune zone del Piemonte. In altre regioni la situazione è monitorata in modo costante. In Valle D’Aosta molte località a rischio valanghe sono rimaste isolate e, gli uomini del Servizio Civile, invitano alla prudenza e fanno da supporto ai cittadini.

In queste ore tutta la zona di Sestriere è stata chiusa al traffico a causa del maltempo, compresa la Val Chisone. Uguale la situazione a Vercelli. Al momento dei soccorsi, alcuni volontari della Croce Rossa hanno temuto di ritrovarsi coinvolti in quella che poteva diventare una seconda Rigopiano, quasi un anno dopo quel nefasto 20 gennaio, quando una valanga di neve colpì l’albergo abruzzese causando la morte di ventinove persone.

Infine, sono state segnalate delle profonde nevicate sulle Alpi orientali e la situazione, se non si placherà il maltempo, potrebbe perfino peggiorare. I meteorologi fanno sapere che le tempeste di neve e le piogge sono causate da un’ampia circolazione di cicloni che hanno invaso l’Europa occidentale. Ora bisogna capire se il nostro Governo è attrezzato e pronto a intervenire perché, se a Sestriere la tragedia si è evitata, non significa che bisogna abbassare il livello di attenzione.

[Foto: www.lastampa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche