0 Shares 112 Views

Vincita al SuperEnalotto? Attenzione alla tassa sulla fortuna

dgmag - 6 dicembre 2018
dgmag
6 dicembre 2018
112 Views
Vincita al SuperEnalotto. Nuova tassa

Chi non ha mai sognato o sperato almeno una volta nella vita una bella vincita al SuperEnalotto? Quanti di voi, giocatori accaniti o occasionali, si sono informati circa la nuova “tassa sulla fortuna“? Nel leggere questa domanda, a primo impatto, potreste pensare: “Magari vinciamo prima qualcosa, poi in seguito penseremo alle tasse”. Come darvi torto? Si tratta di un ragionamento più che comprensibile. 

Vincita al SuperEnalotto? Attenzione

Non a tutti, infatti, capita di vincere regolarmente somme pari a migliaia o, addirittura, milioni di euro. Anzi, a dire la verità, vincite simili si verificano molto raramente.
Fatto sta, però, che dallo scorso anno è entrata in vigore la nuova tassazione per quel che concerne i cosiddetti “redditi diversi”. Tra questi la vincita al SuperEnalotto.

In cosa consiste? Andiamo per gradi. Dunque, come saprete benissimo il gioco d’azzardo (ovviamente parliamo di quello legale) è sotto il monopolio dello Stato.
Di conseguenza, su ogni puntata lo Stato incassa una determinata percentuale. E pare proprio che dallo scorso anno sia stato deciso di incrementare in modo considerevole le entrate derivanti dal gioco d’azzardo, forse anche tenendo conto del fatto che gli italiani sono un popolo di giocatori. Basti pensare che siamo il Paese in cui vengono venduti più Gratta e Vinci al mondo.

A chi è indirizzata questa “tassa sulla fortuna”?

Di sicuro ne sa qualcosa il fortunato vincitore del SuperEnalotto dello scorso aprile, che con il suo “6” si è portato a casa circa 130 milioni di euro. Era avvenuto in una ricevitoria di Caltanissetta. Tuttavia, l’invidiato vincitore ha subito una stangata considerevole, visto che il Fisco gli ha presentato un conto a dir poco salato, pari a 15 milioni di euro. La tassazione è praticamente raddoppiata, passando dal 6 al 12 per cento.
La buona notizia però è che i premi tassati saranno solo quelli con importi superiori a 500 euro.
La tassazione comprende anche il Win for Life e tutte le giocate a estrazione istantanea, escluso il Lotto per il quale è prevista una ritenuta dell’8%.
Certo è che si tratta di cifre importanti, ma è anche vero che pagare le tasse dopo una vittoria del genere non farà così male.

Intanto, mentre il vincitore di Caltanissetta saprà come consolarsi,a voi che state ancora aspettando la svolta. Non resta che augurarvi buona fortuna.

[Foto: www.nanopress.it]

Loading...

Vi consigliamo anche