0 Shares 243 Views

I Millennials preferiscono il gioco online ai casinò terrestri

LaRedazione - 18 giugno 2018
LaRedazione
18 giugno 2018
243 Views
millenians

In seguito alla decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti a favore dello Stato del New Jersey per quanto concerne il caso delle scommesse sportive, e facendosi strada l’ipotesi della loro legalizzazione in tutto il paese, spetta ora a ciascun stato membro prendere una decisione in merito all’introduzione di questo segmento nel mercato regolamentato del gioco. Tenendo inoltre in considerazione che la legge “Protection of Professional and Amateur Sports” del 1992 (PASPA) dovrebbe essere annullata in virtù della recente sentenza, gli stati indipendenti dovranno pronunciarsi anche sulla scelta di offrire servizi di scommesse sportive come opzione retail, online o entrambe.

Gli analisti hanno già cominciato a formulare ipotesi sui possibili introiti che potrebbe generare questo segmento di gioco, che tuttavia, non è l’unico sottoposto al vaglio degli specialisti del settore. In generale, il mercato dei giochi negli Stati Uniti è sempre stato florido, ma alla fine sono sempre i clienti a scegliere il tipo di gioco che preferiscono.

Secondo dati recenti sul gambling forniti da YouGov Profiles, gli utenti statunitensi di età compresa tra i 18 ei 34 anni, sono d’accordo nel sostenere che il gambling online dovrebbe essere legalizzato in tutto il paese. Circa il 50% dei partecipanti al sondaggio di età compresa tra i 18 ei 34 anni sostiene la legalizzazione del gioco d’azzardo online, mentre coloro che non sono d’accordo sono meno del 30%.

Younger Americans

Younger Americans

YouGov Profiles ha inoltre riportato che anche i cittadini americani di età compresa tra i 35 ei 49 anni preferiscono il gioco d’azzardo online; gli appartenenti alla fascia di età 50-64 anni, sono divisi sull’argomento e la maggioranza degli utenti statunitensi di età superiore ai 65 anni è contraria alla legalizzazione.

I risultati emersi da questo studio sono molto simili ad un’indagine sui Millennials pubblicata qualche mese fa da Gaming Report, che riguardava un campione significativo di players provenienti da tre stati federali. L’analisi guidata dal team del ricercatore statunitense Jane Bokunewicz ha specificato che “Il gioco non è considerato così importante dai minori di 35 anni. Solo il 21% ha dichiarato che è importante, contro il 42% degli appartenenti alla fascia oltre i 35 anni”.

I Millennials considerano i casinò terrestri deprimenti

Secondo i dati forniti da YouGov Profiles, la maggior parte dei millennial preferisce il gioco d’azzardo online, precisando che preferirebbe scommettere su Internet piuttosto che in un casinò fisico. Inoltre, quasi la metà degli adulti statunitensi tra i 18 e i 34 anni pensa che i casinò fisici siano deprimenti e solo un terzo non è d’accordo con tale affermazione. I giocatori americani più anziani, d’altra parte, hanno dichiarato di provare sentimenti contrastanti riguardo la questione.

millenians-casinos

millenians-casinos

Loading...

Vi consigliamo anche