0 Shares 317 Views
00:00:00
23 Sep

Ikea: un altro prodotto ritirato dal mercato

Emanuele Calderone - 29 ottobre 2016
Emanuele Calderone
29 ottobre 2016
317 Views
elvarli ritirato dal mercato, è pericoloso

Qualcuno di voi ricorderà certamente che, mesi a dietro, il colosso svedese dei mobili, Ikea, ritirò dal mercato Malm, una cassettiera che, nel corso di 2 anni, aveva ucciso 3 bambini negli Stati Uniti. Eppure Malm di vittime ne aveva fatte anche altre: il primo caso, infatti, risalirebbe a 27 anni fa e altri bambini sarebbero morti tra il 2002 e i giorni nostri.

L’azienda di Ingvar Kamprad è tornata di nuovo nell’occhio del ciclone a causa di un altro mobile, ritenuto pericoloso e per tanto ritirato, in questi giorni, dal mercato. Sotto la lente di ingrandimento, stavolta ci è finito Elvarli, un montante con un dado difettoso. A causa di questo piccolo dado, la struttura potrebbe non essere stabile e cadere: l’azienda ha già specificato che, almeno per ora, nel mondo non si è registrato nessun caso di ferimento a persone e danni a cose, ma il pericolo c’è.

Il ritiro è pertanto preventivo e alla consegna saranno ridati indietro i soldi; i Paesi interessati sono, questa volta, tutti europei. Tra questi figurano, tra gli altri, Italia, Francia, Olanda, Norvegia, Spagna e Svizzera.

Eppure Elvarli e Malm non sono gli unici due prodotti che Ikea ha dovuto ritirare dal mercato: prima di questi, infatti, nel 2013 venne ritirata la torta al cioccolato, dopo che vennero rinvenuti dei batteri pericolosi per la salute; nel 2014 nell’occhio del ciclone ci è finita la lampada Smila. Il motivo? Pericolo di strangolamento per i bambini.

Insomma, se da una parte è vero che acquistare i mobili da IKEA sia indubbiamente economico e vantaggioso, e se è anche vero che i mobili hanno un design accattivante e indirizzato a una clientela giovane, d’altra parte è pur vero che mobili economici possono presentare diversi difetti e, nei casi peggiori, essere addirittura pericolosi per la nostra salute.

[fonti articolo: ilmessaggero.it, it.blastingnews.com, ilmattino.it]

[foto: ikea.com]

 

Loading...

Vi consigliamo anche