0 Shares 252 Views

E’ morto l’imprenditore Gian Marco Moratti, ex Presidente di Saras

La Redazione - 26 febbraio 2018
La Redazione
26 febbraio 2018
252 Views
Gian Marco Moratti

Il mondo dell’imprenditoria piange la scomparsa di Gian Marco Moratti, fratello di quel Massimo, ex Presidente dell’Inter, che i tifosi nerazzurri ben conoscono. Un grande italiano che ha dato lustro al nostro Paese e che, per anni, ha guidato la Saras, azienda petrolifera leader del settore.

Ed è dopo una lunga malattia che Gian Marco Moratti si è spento nella sua casa di Milano, all’età di ottantuno anni. Immediati i messaggi di cordoglio da parte delle istituzioni meneghine. Come il Sindaco Giuseppe Sala, che per lui ha espresso parole accorate e che ne ha rievocato l’alta figura sociale, sempre intenta ad aiutare le persone più bisognose.

E a ricordare il suo impegno civico ci ha pensato pure Mariastella Gelmini, deputata di Forza Italia, che ha ricordato i milioni di euro che Gian Marco ha donato per la comunità di San Patrignano. Roberto Maroni, invece, ha rimarcato sul suo profilo Twitter quanto di buono ha fatto non solo per la città di Milano, ma per la nazione intera.

Un simbolo e un esempio da seguire per tutta l’imprenditoria lombarda, ma Gian Marco è stato a capo della Saras sin dal lontano 1966, quando Giulio Andreotti tagliò il nastro che inaugurava quella che poi sarebbe diventata l’azienda petrolifera più importante d’Italia. Tra l’altro uno dei suoi siti, quello di Sarroch, che si trova a sud della città di Cagliari, è tra i più attivi centri di raffinazione del mondo.

Un successo imprenditoriale, quello della Saras, che, dagli anni Sessanta a oggi, è cresciuto fino a diventare una realtà moderna grazie ai tremila barili di materiali inerenti alla raffinazione prodotti ogni giorno. Una società florida che è riuscita a chiudere in attivo il proprio bilancio nel 2017, e che si trova a trattare i residui pesanti, impiegati nella produzione di elettricità, e in altre iniziative dal minimo impatto ambientale.

Perché, e bisogna ricordarlo, una delle politiche di Gian Marco Moratti è stata quella di puntare sulle energie alternative. Nel 2006, infatti, la Saras ha creato un parco eolico che ha rappresentato una nuova fase produttiva per l’azienda milanese.

Insomma, il cognome Moratti rappresenta senza dubbio il simbolo di una borghesia che ha portato solo benefici al nostro Paese. Un successo dovuto a Gian Marco, un uomo d’altri tempi, nato a Genoa nel 1936, e per tutta la sua vita legato a una maglia, quella nerazzurra, che ha rappresentato la sua squadra del cuore. I funerali si terranno martedì 27 febbraio, alle ore 11:00 nella chiesa di San Carlo al Corso: e sarà lì che i suoi amici amici e parenti potranno dargli l’ultimo saluto.

[Foto: www.teleborsa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche