0 Shares 205 Views
00:00:00
15 Aug

Maltempo, nel Reggiano evacuate mille persone

La Redazione - 12 dicembre 2017
La Redazione
12 dicembre 2017
205 Views
Il fiume Enza ha rotto gli argini

Sono ore difficili quelle che sta vivendo il piccolo comune di Brescello, nel Reggiano. A causa del maltempo e delle piogge il fiume Enza ha rotto gli argini, versandosi lungo l’abitato e in parte della zona industriale. Più di mille persone hanno evacuato il territorio grazie all’aiuto degli uomini della Protezione Civile.

Tra i vari disagi segnalati nel Reggiano c’è l’interruzione della Statale 63, che ha costretto gli abitanti a utilizzare strade alternative, mentre in altri casi c’è voluto l’intervento di un elicottero per condurre in salvo le persone. Monitorate anche altre zone limitrofe, con il torrente Parma che è tracimato nel comune di Colorno, causando l’allagamento di giardini e vigneti.

A causa del maltempo dei giorni scorsi, alcune zone lungo l’Appennino sono da molte ore senza elettricità e, in varie abitazioni, le comunicazioni per via telefonica sono interrotte. Frane e crepe lungo le strade hanno impedito l’accesso a molte vie, causando notevoli disagi alla popolazione.

Per quanto riguarda la Liguria la situazione, per fortuna, sembra sia sotto controllo: i corsi d’acqua causati dall’accumulo di pioggia sono in discesa, mentre il fiume Magra è esondato nel comune di Ameglia alle quattro di questa notte. I danni, dunque, sono circoscritti in poche zone e, a parte qualche piccolo allagamento locale, tutto sembra tornare alla normalità.

L’inverno è arrivato in anticipo e ha causato piogge e tempeste lungo gran parte dei territori settentrionali. L’autostrada A6 Torino-Savona è stata da poche ore riaperta, ma restano comunque i disagi in gran parte delle zone ferroviarie. In questo caso la linea Genova-Milano è stata sospesa per lasciar spazio a una serie di autobus sostitutivi, in attesa del ripristino dei treni.

In base agli ultimi aggiornamenti meteorologici rimane lo stato di allerta in regioni come Liguria e Toscana, mentre la situazione in Emilia Romagna sembra stabilizzarsi. Il maltempo di queste ultime ore dovrebbe attenuarsi grazie all’arrivo di correnti calde provenienti dal Sud, che determineranno un momentaneo aumento delle temperature.

Ma non diminuiranno le piogge, che interesseranno gran parte delle zone centrali dell’Italia (le più colpite saranno Lazio e Umbria), per poi spostarsi nel Meridione. Dal prossimo weekend torneranno i venti di tramontana, con l’innalzamento delle temperature e il ritorno del freddo. Gli uomini della Protezione Civile invitano quindi alla prudenza e a tenere sotto controllo i territori colpiti dal maltempo.

[Foto: www.ilrestodelcarlino.it]

Loading...

Vi consigliamo anche