0 Shares 560 Views

Siria: le forze di Assad arrivano fino ad Afrin

Emanuele Calderone - 21 febbraio 2018
Emanuele Calderone
21 febbraio 2018
560 Views
Siria attacchi da parte dei turchi

La situazione in medio oriente non accenna a migliorare: gli scontri continuano imperterriti e il numero dei morti cresce a ritmo costante.

Nelle prime ore del pomeriggio di Martedì 20 Febbraio, alcune truppe vicine ad Assad si sarebbero spinte fino ad Afrin, un enclave curdo che si trova in territorio siriano. Il centro non è solo d’interesse per i siriani, ma è anche controllato a distanza dalla Turchia: lo Stato del vicino oriente, infatti, considera da sempre i curdi nemici acerrimi e sta facendo di tutto pur di smantellare l’enclave in questione.

Al fine di bloccare i siriani che stanno cercando di aiutare i curdi di Afrin, la Turchia avrebbe fatto saltare degli ordigni che, in seguito all’esplosione, avrebbero causato feriti.

Quanto sta accadendo è stato raccontato dai diretti interessati con due versioni completamente divergenti: da una parte i curdi lodano quanto fatto dalle forze di Assad; dall’altro Erdogan è stato chiaro e ha dichiarato “i ribelli pagheranno un duro prezzo. Le organizzazioni terroristiche pagheranno un alto prezzo per i loro errori”.

Nuri Mahmud, portavoce delle Ypg (Unita’ di protezione del popolo) ha controbattuto dicendo “il governo siriano ha risposto alla chiamata del dovere e ha inviato oggi delle unita’ militari”.

La popolazione, intanto, continua a morire a causa degli interessi politici. L’Unicef, a riguardo, ha rilasciato un commento che lascia davvero poca speranza. L’associazione scrive “Non abbiamo più parole per descrivere la sofferenza dei bambini e la nostra indignazione. Coloro che stanno infliggendo queste sofferenze hanno ancora parole per giustificare i loro atti barbarici?”.

[fonti articolo: corriere.it, rainews.it, repubblica.it]

[foto: corriere.it]

Loading...

Vi consigliamo anche