0 Condivisioni 529 Leggi tutti gli articoli

Tsunami in Indonesia. Il video

Alessandro Crupi - 28 dicembre 2018
Alessandro Crupi
28 dicembre 2018
529 Leggi tutti gli articoli
Tsunami Indonesia

L’Indonesia ritorna ad essere bersaglio inerme di un altro devastante cataclisma. Lo scorso 22 dicembre l’eruzione del vulcano Krakatoa ha generato un violento tsunami che ha spazzato via villaggi e persone con un bilancio di vittime ancora provvisorio ma che già ne conta 430, a cui si aggiungono 1495 feriti e 159 dispersi.

Il catastrofico tsunami in Indonesia

L’evento catastrofico, caratterizzato soprattutto dallo tsunami, è accaduto nello Stretto delle Isole della Sonda ma, nonostante quanto già accaduto, il livello di allarme resta ancora molto alto in quanto il vulcano è sempre in costante e minacciosa attività.

I suoi movimenti ed evoluzioni vengono, quindi, monitorati e l’agenzia indonesiana per la gestione dei disastri ha elevato il livello di allerta dal grado 2 a quello 3, che in questa scala è solo un gradino al di sotto del picco massimo.

In conseguenza di ciò sono stati dirottati i voli verso altre rotte costituendo una fascia di sicurezza di un raggio di 5 chilometri in cui è vietato l’accesso a turisti e residenti.

Il video dello tsunami

Lo tsunami ha funestato le zone costiere delle province di Lampung e Banten e, purtroppo, la probabilità di nuove eruzioni rimane molto alta. L’Indonesia, a causa della sua particolare posizione compresa nell’Anello di Fuoco dell’Oceano Pacifico è un territorio ad alto rischio.

Qui, infatti, le placche tettoniche si urtano causando forti movimenti tellurici che si riflettono sull’Oceano. Nella mente di tutti ci sono ancora le sequenze del devastante tsunami del 26 dicembre 2004 che fece migliaia di morti. Impressionanti le immagini video del maremoto delo scorso sabato.

Loading...

Vi consigliamo anche

Atto Mof: cosa è?
Attualità

Atto Mof: cosa è?

Martina Manoni - 24 marzo 2019
Domanda mobilità insegnanti 2019
Lavoro

Domanda mobilità insegnanti 2019

Emanuele Calderone - 21 marzo 2019