0 Shares 228 Views

ONU: il 3 Giugno sarà giornata mondiale della bicicletta

Emanuele Calderone - 29 maggio 2018
Emanuele Calderone
29 maggio 2018
228 Views
Giornata della bicicletta

I 193 membri dell’ONU hanno dato il loro ok per l’istituzione di una giornata mondiale interamente dedicata a uno dei mezzi più ecologici che ci siano: la bicicletta. Si festeggerà il 3 Giugno.

L’ONU celebra l’unico mezzo veramente ecologico

In un momento storico in cui si parla continuamente di inquinamento ed eco-sostenibilità, l’unico mezzo di locomozione veramente ecologico è la bicicletta. Più delle vetture a gas o elettriche, la bicicletta non produce alcun tipo di scarto dannoso per il nostro pianeta.

Anche i rappresentati dell’Organizzazione delle Nazioni Unite se ne sono accorti ormai da tempo, tanto da prendere la decisione di istituire ufficialmente la giornata mondiale della bicicletta.

Come è nata questa giornata

Il 3 Giugno si festeggerà ufficialmente il bicycle day, ma come è nata questa ricorrenza? Il tutto ha visto la luce grazie al World Cycling Alliance, un gruppo di ciclisti europei, che hanno deciso di portare avanti una campagna con la ragione che “l’evidenza che il ciclismo faccia bene al mondo è concreta. Speriamo di ottenere un maggiore riconoscimento del ciclismo da parte di governi di tutto il mondo.

L’istituzione da parte dell’ONU di una giornata mondiale della bicicletta sarebbe un sostegno forte alla maggiore consapevolezza dell’importanza che questo mezzo di locomozione ha per il raggiungimento di obiettivi globali”. I rappresentanti delle Nazioni Unite hanno deciso dunque di dare seguito a quanto richiesto dalla WCA, istituendo una giornata interamente dedicata al mezzo.

Il commento dell’ONU

I 193 membri dell’ONU -che hanno votato tutti a favore della giornata  della bicicletta- hanno fatto sapere, in una nota, che “la bicicletta può essere uno strumento per lo sviluppo e un mezzo non solo di trasporto ma anche di accesso all’educazione, alla salute e allo sport”.

Le Nazioni Unite, per tanto esortano i paesi ad “aumentare la sicurezza stradale e a integrarla nella pianificazione della mobilità e del trasporto sostenibile, in particolare attraverso misure per proteggere e promuovere attivamente la sicurezza dei pedoni e la mobilità ciclistica, con uno sguardo in particolare agli effetti sulla salute”.

Loading...

Vi consigliamo anche