0 Shares 270 Views
00:00:00
26 Sep

Alle urne in 761 comuni italiani. Chi vincerà?

La Redazione - 9 giugno 2018
La Redazione
9 giugno 2018
270 Views
761 comuni italiani

Domenica 10 giugno si svolgerà una interessante tornata elettorale, che vedrà coinvolti 761 comuni posizionati lungo la penisola.

761 comuni al voto

La tornata elettorale di domenica 10 giugno, vedrà in particolare ben 761 comuni dislocati lungo tutta la penisola rinnovare i propri consigli e scegliere il primo cittadino. Ad essi andranno ad aggiungersi anche due municipi romani, il terzo e l’ottavo, per i quali saranno oltre 290mila gli elettori chiamati a ripetere il voto a circa due anni dalle elezioni che hanno premiato Virginia Raggi, a causa dello scioglimento anticipato delle rispettive assemblee.

Una chiamata al voto che arriva a poche ore dal voto di fiducia espresso dalle Camere nei confronti del nuovo governo guidato da Giuseppe Conte, oltre sei milioni e mezzo di elettori saranno di nuovo chiamati alle urne.

I comuni interessati

Molte le realtà importanti impegnate in questa tornata elettorale, con gli occhi degli addetti ai lavori puntati in particolare sui centri toscani. A Pisa, Siena e Massa, infatti, il Partito Democratico si gioca gran parte di un collaudato sistema di governo che pure è stato messo in forte dubbio nel corso delle elezioni politiche del 4 marzo. E’ in particolare la Lega Nord a proporsi in veste di alternativa in una delle tradizionali regioni rosse, con malcelate ambizioni e l’evidente preoccupazione della parte di Partito Democratico che fa riferimento a Matteo Renzi.

Va anche sottolineato come in otto comuni non sia stata presentata alcuna lista. Una situazione del resto ormai tradizionale per San Luca, il comune dell’hinterland reggino che ha avuto il suo ultimo sindaco nel 2013, quando il consiglio comunale fu sciolto a causa delle infiltrazioni mafiose che lo avevano interessato nei mesi precedenti. Proprio per cercare di impedire un nuovo commissariamento del comune, il noto massmediologo Klaus Davi ha chiesto che siano prorogati i termini entro i quali presentare le liste elettorali. Una richiesta avanzata dall’aspirante sindaco proprio alla luce della situazione del tutto abnorme che sta vivendo il centro calabro.

Come finirà?

Naturalmente la tornata di domenica sarà interpretata dai commentatori come una sorta di test sulla popolarità del nuovo governo formato da Lega Nord e Movimento 5 Stelle, che nelle previsioni della vigilia sembrano poter capitalizzare l’atteggiamento benevolo dell’elettorato in questa fase. Mentre mostrano notevole preoccupazione i gruppi dirigenti di Partito Democratico e Forza Italia, per i quali sono in molti a prevedere un vero e proprio rovescio elettorale. Soprattutto nel caso del maggior partito del centrosinistra potrebbe avere conseguenze di vasta portata, rinvigorendo l’opposizione interna a Matteo Renzi.

Lunedì sapremo di che “colore” saranno i 761 comuni italiani. Nel piccolo comune di Sutri, Vittorio Sgarbi è stato eletto Sindaco.

[Foto: www.parmapress24.it]

Loading...

Vi consigliamo anche