0 Shares 275 Views

Di Maio invia lista dei ministri al Colle, Gentiloni: ‘Surreale un governo ombra ora’

Gianfranco Mingione - 28 febbraio 2018
Gianfranco Mingione
28 febbraio 2018
275 Views
di-maio-inoltra-lista-ministri-colle

Luigi Di Maio, candidato premier del movimento Cinque Stelle, aveva promesso che questa settimana avrebbe inviato i nomi della sua formazione di governo al Quirinale e così è stato. Nella mattinata di ieri c’è stata la prima riunione della squadra e poi l’invio della lista con i nomi dei ministri via mail al Capo dello Stato Sergio Mattarella. A quello del generale Sergio Costa, designato in caso di vittoria al ministero dell’Ambiente, si aggiungono così Lorenzo Fioramonti al ministero dello Sviluppo economico, Pasquale Tridico al Lavoro e Welfare, Giuseppe Conte alla Pubblica amministrazione e Alessandra Pesce all’Agricoltura (nella foto di copertina: da sinistra Giuseppe Conte, Alessandra Pesce, Luigi Di Maio, Pasquale Tridico e Lorenzo Fioramonti).

Ecco il metodo per scegliere i ministri. Nell’intervista rilasciata al programma Di Martedì, Di Maio ha spiegato che la scelta dei nomi è avvenuta in base a delle referenze: “Lorenzo Fioramonti ha collaborato in passato alla stesura del nostro programma sullo sviluppo economico. Pasquale Tridico ha avuto modo di implementare le questioni sul reddito di cittadinanza e pensioni. Alessandra Pesce mi è stata segnalata da tanti mondi che afferiscono all’Agricoltura. Ci sono insomma delle referenze”. In merito a Conte, che dovrebbe occuparsi di Pubblica amministrazione, Di Maio ha detto: “con il professor Conte siamo andati da lui 4 anni fa per dirgli che il Parlamento doveva proporre grandi professionalità per gli organi di giustizia amministrativa. Lui mi desse ‘guardi io non vi ho mai votato’. E io allora gli ho risposto: ancora meglio perché dobbiamo nominare persone indipendenti”.

Gentiloni contro il “governo ombra” Cinque Stelle. Il premier uscente, Paolo Gentiloni, si è espresso contro la decisione di Di Maio di presentare in anticipo la lista dei ministri: “È surreale presentare un governo ombra prima delle elezioni, di solito lo si fa quando le perdi”, ha affermato il premier. Di Maio non ha perso tempo ed ha risposto a Gentiloni che mentre lui “pensa agli inciuci post voto, noi pensiamo ai cittadini. Il nostro è un governo alla luce del sole”. Il candidato del Movimento ha ribadito che l’invio della lista al Colle “è un gesto di cortesia”. Un gesto irrituale che, peraltro, si esprime non fisicamente con Di Maio che sale al Colle ma via mail. Un segno dei tempi che cambiano, forse, o del fatto che il Movimento Cinque Stelle pensa di avere già la vittoria in tasca.

(Foto: www.ansa.it)

Loading...

Vi consigliamo anche