0 Shares 232 Views
00:00:00
15 Aug

Elezioni 4 marzo, ecco come si vota durante le elezioni politiche

La Redazione - 2 marzo 2018
La Redazione
2 marzo 2018
232 Views
Elezioni 4 marzo 2018

Alle soglie delle prossime elezioni del 4 marzo ecco che vengono rese note importanti novità per evitare che il voto risulti invalido. Infatti tutti gli elettori dovranno prestare attenzione su come votare e sul rispetto delle nuove modalità di acquisizione del voto.

Domenica 4 marzo, per tutta la giornata, quindi dalle 7 del mattino alle 23 di sera, gli elettori sono invitati, in virtù del rispetto del loro dovere civico, di votare per rinnovare i componenti della Camera e del Senato. In due regioni italiane, Lazio e Lombardia, si voterà anche per eleggere il presidente e i membri del consiglio della Regione. Gli elettori sono oltre quarantasei milioni per la Camera e 42 milioni per il Senato.

Dopo le 23 inizierà lo scrutinio partendo dal senato. Per le elezioni di Lazio e Lombardia lo scrutinio partirà non prima delle 14 di lunedì 5 marzo.

Il tagliandino antifrode

Per la prima volta ci sarà il tagliandino antifrode. Per evitare che vengano introdotte schede taroccate, che è un reato, è stato introdotto un nuovo metodo, mai utilizzato in Italia. Ad ogni scheda viene allegato un piccolo codice alfanumerico che viene riportato sul registro degli elettori al momento della consegna della scheda al cittadino. Dopo il voto sarà il presidente a confrontare il codice, caso mai è stata sostituita la scheda, e a provvedere a inserirla nell’urna apposita.

Il rosatellum prevede un sistema elettorale misto in entrambe le camere. Un terzo dei seggi è assegnato con il metodo maggioristario e il restante con il proporzionale. Per il Senato la scheda è gialla, mentre per la Camera dei Deputati è rosa. Il nome del candidato è scritto dentro il rettagolo che non presenta simboli, in alto rispetto alla lista. Ognuna di queste ha un solo candidato. Tramite il metodo maggioritario sono stati assegnati 232 seggi per la Camera e 116 per il Senato. i restanti seggi sono assegnati con il proporzionale. Possono votare i maggiorenni che hanno compiuto 18 anni e per il Senato coloro che hanno compiuto 25 anni di età.

Di seguito il video-tutorial ufficiale del Ministero dell’Interno per arrivare preparati al voto del 4 marzo ed evitare errori o incomprensioni:

[Foto: Comune di Ribordone]
[Video: panorama.it]

Loading...

Vi consigliamo anche