0 Shares 389 Views

Giuseppe Conte è il nuovo Premier. Arriva la fumata bianca

LaRedazione - 21 maggio 2018
LaRedazione
21 maggio 2018
389 Views
Giuseppe Conte

Giuseppe Conte è il nuovo Premier. A lui spetterà il compito di formare il nuovo Governo Italiano. Finalmente è arrivata la fumata bianca.

Giuseppe Conte, nuovo Premier

Finalmente è arrivato il giorno tanto atteso con la nomina di Giuseppe Conte come Premier. Le coalizioni di Movimento 5 Stelle e Lega hanno finalmente trovato il tanto atteso accordo. Il nome di Conte circolava da ore. Per dare la conferma si è atteso aspettato l’incontro dei due leader Di Maio e Salvini con presidente della Repubblica Sergio Mattarella. 

La notizia è stata data da Luigi Di Maio. “Giuseppe Conte sarà un premier politico di un governo politico, indicato da due forze politiche, con figure politiche al proprio interno. E soprattutto con il sostegno di due forze politiche votate. No ai cambi di casacca, no a persone che vengono dal gruppo Misto e che entrano in altri gruppi. Non era questo lo spirito che volevamo dare al governo. Ovviamente il nostro obiettivo era ed è migliorare la qualità della vita degli italiani e in questi 80 giorni abbiamo imposto un metodo: prima si discuteva di temi e poi di nomi”. 

Sia Di Maio che Salvini sono arrivati a questa scelta dopo che la scorsa settimana avevano presentato il programma di Governo.

 

 

Profilo nuovo Premier

In molti si chiedono già chi sia Giuseppe Conte, uomo proveniente dalla coalizione del Movimento 5 Stelle. Il suo nuovo ha iniziato a salire agli onori della cronaca quando Di Maio l’ha indicato come futuro ministro dei cinque stelle per la Pubblica Amministrazione. 

Il nuovo Premier è nato a Volturara Appulla, un piccolo centro in provincia di Foggia. a 54 anni, sposato e poi separato, un figlio di dieci anni. Conte vive a Roma, dove è il titolare di un grande studio legale, e insegna a Firenze diritto privato. Il suo curriculum accademico riempie parecchie pagine: laurea in Giurisprudenza all’Università di Roma, poi una sfilza di master e perfezionamenti in giro per il mondo (Yale, Vienna, Sorbona, New York University). Nel 1988 (l’anno della laurea), era già stato inserito nella commissione istituita a Palazzo Chigi per la riforma del codice civile. Non si contano le collaborazioni con riviste giuridiche, università di paesi stranieri, i libri e gli articoli pubblicati.

E’ stato anche componente del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa, carica dalla quale si è dimesso quando Di Maio lo ha voluto tra i suoi ministri.

Vari incontri

Diversi sono stati gli incontri che si sono susseguiti nel corso della mattinata alla Camera, tra il leader del M5S Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Al centro, la definizione della squadra di governo con la scelta di Premier ricaduta su Giuseppe Conte. Inoltre, è emerso dove emerge il nodo del ministero dell’Economia. Paolo Savona è il nome sul quale M5S e Lega. Sicuramente si saprà di più nelle prossime ore

Il Ministero della Difesa è un altro dei nodi che sembra si stia scogliendo a favore del M5S. Ancora in bilico il ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Come l’assegnazione del ministero della Sanità inizialmente diretto al Movimento anche stanno salendo le quotazioni della Lega.

Chissà cosa ne penserà Berlusconi del nuovo Premier.

[Foto: Ansa]

Loading...

Vi consigliamo anche