0 Condivisioni 313 Leggi tutti gli articoli

Governo Conte bis. La nuova squadra di Governo

Alessandro Crupi - 12 settembre 2019
Alessandro Crupi
12 settembre 2019
313 Leggi tutti gli articoli
Governo-Conte-bis

Tra polemiche e la complessità di uno scenario politico alquanto instabile dopo la tumultuosa caduta del Governo gialloverde in piena estate è nato il Conte bis, ovvero il nuovo esecutivo M5S-Pd.

Conte bis, la lista dei Ministri: 10 M5S, 9 Pd, 1 LeU

Forte della fiducia ottenuta da entrambi i rami del Parlamento, a guidare il nuovo Governo c’è sempre Giuseppe Conte, già Presidente del Consiglio della precedente esperienza governativa M5S-Lega. Diversa, ovviamente, la squadra dei Ministri, chiamata al non facile compito di risolvere i problemi dell’Italia in ambito nazionale e internazionale.

Sono 21 i Ministri del Conte bis (13 con portafoglio, 8 senza portafoglio), di cui 10 a firma M5S, 9 del Pd, 1 da LeU (Liberi e Uguali) e un tecnico. Iniziamo da uno dei dicasteri cruciali: il Ministero dell’Interno. A dirigerlo è stata nominata Luciana Lamorgese, avvocato e già capo di gabinetto del Ministero dell’Interno con Angelino Alfano e Marco Minniti.

Inoltre, nel 2017, è stata prefetto di Milano. Agli Esteri Luigi Di Maio, capo politico del M5S che nello scorso Governo ha occupato la carica di vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico. Confermato, invece, Alfonso Bonafede a capo del Ministero della Giustizia, convinto grillino e molto vicino a Conte e Di Maio.

Il ritorno di Dario Franceschini alla Cultura

Alla Difesa del Conte bis è stato chiamato l’esponente Pd Lorenzo Guerini, legato a Matteo Renzi e attuale Presidente del Copasir. Subentra a Elisabetta Trenta. All’Economia, altro dicastero-chiave, un altro membro del Partito Democratico: Roberto Gualtieri, docente di Storia contemporanea alla Sapienza ed europarlamentare dal 2009.

Alla Cultura e al Turismo un ritorno. Quello del democrat Dario Franceschini, già titolare di questo Ministero con i Governi a guida Renzi e Gentiloni. La piacentina e vicesegretaria del Pd, Paola De Micheli, guiderà il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

In seno al partito ha sposato la linea di Zingaretti. LeU si aggiudica il Ministero della Salute affidandolo a Roberto Speranza, che ha abbandonato il Pd nel 2017 in rottura con Renzi.

Conte bis, i Ministri senza portafoglio del nuovo Governo

All’Istruzione del Governo Conte bis ecco un pentastellato: Lorenzo Fieramonti, già viceministro con delega sull’accademia nel primo esecutivo Conte. Stefano Patuanelli è il neo Ministro dello Sviluppo Economico, in precedenza capogruppo M5S al Senato. Ai grillini anche l’importante dicastero del Lavoro, retto da Nunzia Catalfo, ritenuta la mente del Reddito di Cittadinanza.

Teresa Bellanova (Pd) è, invece, titolare del Ministero dell’Agricoltura. Una vita trascorsa nel sindacato per lei. Il pentastellato Sergio Costa a capo del Ministero dell’Ambiente completa la lista dei Ministeri con portafoglio. Per quanto riguarda i Ministeri senza portafoglio equa divisione tra Pd e M5S: quattro per ciascuno.

Al Pd sono toccati il Sud, gli Affari Regionali, le Pari Opportunità e la Famiglia e gli Affari Europei. Al movimento di Grillo e Casaleggio i rapporti con il Parlamento, l’Innovazione Tecnologica, la Pubblica Amministrazione e le Politiche Giovanili e allo Sport. Resta, adesso, da sciogliere il nodo dei sottosegretari.

(Foto: www.ilmessaggero.it)

Loading...

Vi consigliamo anche