0 Shares 308 Views
00:00:00
16 Aug

Shutdown USA: la situazione non accenna a cambiare

Emanuele Calderone - 22 gennaio 2018
Emanuele Calderone
22 gennaio 2018
308 Views
In America non si placa lo Shutdown

Il braccio di ferro tra Donald Trump e il partito Democratico non ha ancora un vincitore e a rimetterci sono i cittadini USA. Il cosiddetto Shutdown, infatti, sta creando non pochi problemi alla popolazione, a causa della cessazione di alcuni servizi.

Per qualche giorno, lo scorso fine settimana, la Statua della Libertà e l’Ellis Island erano rimaste chiuse ai turisti, ma a partire da oggi riapriranno: a confermarlo è stato il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo. Lo stato si farà carico di tutte le spese per riaprire entrambi i siti.

Non sembra cambiare invece la situazione per quanto riguarda il dipartimento delle pubbliche relazioni della Casa Bianca: il personale, di fatti, non risponde più ai telefoni. Gli utenti che hanno provato a contattare gli uffici hanno sentito un messaggio registrato che dice “Purtroppo oggi non possiamo rispondere alla vostra telefonata perché i democratici al Congresso continuano a tenere in ostaggio il finanziamento degli uffici governativi, compresi i fondi al nostro esercito e per la sicurezza nazionale, per disaccordi sull’immigrazione”.

L’immigrazione rimane dunque un campo di battaglia tra le due fazioni politiche. Trump il 20 Gennaio ha scritto sul suo profilo Twitter “I democratici si preoccupano molto di più per gli immigrati irregolari di quanto non facciano per le nostre forze armate e la nostra sicurezza sul confine del Sud. Avrebbero potuto trovare facilmente un accordo ma hanno deciso di continuare a giocare con lo Shutdown. #WeNeedMoreRepublicanIn18 per contrastare questo caos”.

Insomma sembra che nessuno voglia fare un passo indietro, ma intanto chi ci rimette, come di consueto, è la popolazione.

[fonti articolo: it.sputniknews.com, tgcom24.mediaset.it, lastampa.it]

[foto: lastampa.it]

Loading...

Vi consigliamo anche