0 Condivisioni 521 Leggi tutti gli articoli

Lapo Elkann arrestato per aver simulato un rapimento

Emanuele Calderone - 29 novembre 2016
Emanuele Calderone
29 novembre 2016
521 Leggi tutti gli articoli
Lapo Elkann simula sequestro a New York

Chiunque conosca un poco il jet set italiano ha sentito parlare, almeno una volta, di Lapo Elkann. Il rampollo di casa Agnelli, fratello di John (presidente di FCA), è stato spesso sotto la lente di ingrandimento dei giornali scandalistici a causa dei suoi comportamenti curiosi.

Dal suo abbigliamento sempre sopra le righe, fino a relazioni chiacchieratissime, Lapo è sempre stato -e con buone probabilità, sempre sarà- oggetto di grande attenzione mediatica.

Il punto più “basso” della sua vita, Lapo lo raggiunse nel 2005 quando, a causa di un’overdose di cocaina rischiò di morire. La notizia ebbe ampia risonanza sulle pagine dei giornali, anche a causa della presenza di una prostituta transessuale: furono in molti a quel punto ad indagare, a detta di alcuni ingiustamente, nella vita privata e in quella sessuale di Elkann.

Dopo continui alti e bassi, Lapo l’ha rifatta grossa, un’altra volta. Vi state chiedendo cosa abbia combinato? Secondo il Daily Best, l’imprenditore 39enne, dopo essere atterrato a New York per il giorno del ringraziamento, avrebbe contattato un’escort transessuale di 29 anni. I due, stando a quanto riportato dal quotidiano americano, avrebbero quindi passato assieme 2 giorni facendo massiccio consumo di alcol, cocaina e marjuana, spendendo molti soldi per l’acquisto della droga.

Lapo, volendo continuare con le sue brutte abitudini, avrebbe dunque chiesto alla giovane escort transgender di anticipare i soldi per poter comprare altra droga. Soldi che le sarebbero poi stati restituiti, ma come? Stando ai primi racconti, l’uomo avrebbe inscenato un rapimento e avrebbe chiesto alla sua famiglia di pagare un risarcimento di 10 mila dollari, per poter essere rilasciato.

I familiari di Elkann, per paura, avrebbero dunque informato la polizia: gli agenti, dopo essersi accordati con i presunti rapitori per il pagamento, li avrebbero arrestati e, solo in seguito sarebbero giunti alla conclusione che la persona dietro tutta questa messa sarebbe stato proprio Lapo.

L’imprenditore dovrà ora comparire davanti al giudice, con l’accusa di aver simulato il reato; l’escort, invece, non rischia nulla, non avendo preso attivamente parte al piano.

Insomma, sembra proprio che il giovane Lapo non riesca a trovare un momento di pace: i suoi eccessi continuano a metterlo in pericolo. Noi speriamo solo che quanto prima possa buttarsi alle spalle anche questa storia.

[fonti: today.it, corriere.it, repubblica.it, ilfattoquotidiano.it]

[foto: vogue.com]

Loading...

Vi consigliamo anche