0 Condivisioni 502 Leggi tutti gli articoli

Usa contro FCA: avviata una causa legale

Emanuele Calderone - 24 maggio 2017
Emanuele Calderone
24 maggio 2017
502 Leggi tutti gli articoli
FCA in arrivo forse una maxi multa da 4 miliardi di dollari

Lo scandalo che ha investito questi giorni la FCA ha avuto risonanza mondiale e tutte le testate ne hanno parlato a lungo. Secondo le autorità degli Stati Uniti, la compagnia guidata da Sergio Marchionne avrebbe installato su alcuni veicoli diesel un software in grado di truccare le emissioni degli agenti inquinanti. Il problema riguarderebbe un totale di circa 104 mila veicoli immessi sulle strade americane.

Naturalmente lo scandalo ha avuto una pessima influenza sul titolo in borsa dell’FCA, che ha perso terreno, segnando un -0,8% a Piazza Affari.

Come era logico, dall’azienda ci tengono a far sapere l’accusa non risponde alla realtà dei fatti e tramite un comunicato si può leggere “Fca Us è contrariata dalla decisione ma continuerà a collaborare con l’Epa e con le autorità della California. La società intende difendersi con forza, in particolare contro l’eventuale accusa che abbia deliberatamente tramato per installare impianti di manipolazione per aggirare i test sulle emissioni negli Stati Uniti”.

Gli Stati Uniti hanno dunque deciso di avviare una causa legale contro FCA e la multa che ne potrebbe derivare rischia di raggiungere cifra da capogiro: si parla addirittura di 4 miliardi di dollari. Nulla in confronto alla maxi multa che, ad esempio, Volkswagen rischia di dover pagare alla Francia per lo scandalo del diesel gate: la casa automobilistica tedesca potrebbe dover versare addirittura 23 miliardi di euro alle casse francesi.

Ora bisogna solo attendere qualche mese, per vedere cosa accadrà e se Fiat/Chrysler dovrà effettivamente pagare per l’illecito.

[fonti articolo: rainews.it, repubblica.it, ansa.it]

[foto: fabiotroglia.com]

Loading...

Vi consigliamo anche