0 Condivisioni 437 Leggi tutti gli articoli

Quando e perché eseguire la pulizia degli iniettori diesel

LaRedazione - 22 gennaio 2019
LaRedazione
22 gennaio 2019
437 Leggi tutti gli articoli
pulizia iniettori

La pulizia degli iniettori è uno degli interventi che devono essere eseguiti a cadenze regolari per garantire una perfetta manutenzione di ogni macchina a gasolio. Gli iniettori sono componenti meccaniche dalla forma di ugelli di dimensioni contenute dai quali viene dosato il carburante che deve essere bruciato con l’aria; tale carburante viene nebulizzato e consente che l’auto si muova nel momento in cui l’acceleratore viene premuto. La pulizia degli iniettori dovrebbe essere eseguita più o meno una volta ogni 20mila chilometri.

Come si esegue la pulizia degli iniettori

Per la pulizia degli iniettori diesel di Tunap si può fare affidamento su carburanti speciali che al proprio interno contengono degli additivi, per mezzo dei quali tutto il motore viene pulito più facilmente. Inoltre, si può prevedere il ricorso ad additivi ad hoc in aggiunta al gasolio che si impiega di solito. Se però non si ha tempo da dedicare a questa attività o più semplicemente si teme di combinare qualche guaio, nulla vieta di contattare un centro specializzato per far eseguire tutte le operazioni ad un meccanico. L’utilizzo di carburante additivato in maniera continua, secondo alcuni, non è una soluzione sempre adatta. Va detto, comunque, che la pulizia non dipende solo dal raggiungimento di un certo numero di chilometri, ma si può rivelare indispensabile per ragioni diverse.

costi degli additivi che devono essere versati all’interno del serbatoio sono molto variabili, oscillando tra i 20 e i 100 euro: essi dovrebbero venire utilizzati più o meno una volta ogni 2.500 chilometri. Il prodotto va immesso nel serbatoio quando questo è quasi pieno. 

Come è cambiato il diesel con il trascorrere degli anni 

Il gasolio è un tipo di carburante piuttosto oleoso: anzi, a ben vedere è un carburante poco raffinato, che potrebbe essere definito quasi sporco. Ovviamente con il passare del tempo le sue caratteristiche sono cambiate: ora non si ha più a che fare con un liquido oleoso e denso come quello che veniva erogato dalle pistole delle stazioni di servizio fino a pochi anni fa, con una colorazione a metà strada tra i toni del marrone e quelli del grigio. Se si osserva con attenzione il diesel di oggi, infatti, si può notare come esso sia molto chiaro, se non addirittura trasparente. Non ci si deve lasciare ingannare, tuttavia, dal suo aspetto: il diesel continua a essere un carburante pesante, soprattutto se messo a confronto con la benzina.

Quando pulire gli iniettori

Gli iniettori devono essere puliti se ci si rende conto che il veicolo palesa delle difficoltà dal punto di vista dell’avviamento: se il motore fatica a mettersi in moto, una delle ragioni potrebbe essere individuata negli iniettori sporchi, che proprio per questo motivo non sono in grado di erogare il carburante in modo efficiente. Un campanello d’allarme deve suonare anche quando ci si accorge di un incremento dei consumi che appare più alto del solito: la colpa potrebbe essere proprio degli iniettori sporchi, che non agiscono come dovrebbero.

I segnali da non sottovalutare

Un altro segnale che è bene non trascurare è rappresentato dalle emissioni di fumo nero provenienti in quantità massicce dal tubo di scappamento. Nel momento in cui gli iniettori risultano incrostati e sporchi, il carburante tende a gocciolare, e non può più essere nebulizzato come dovrebbe. Occorre drizzare le antenne, poi, quando il motore è a regimi bassi e si spegne non riuscendo a tenere il minimo. Ciò potrebbe accadere per colpa di iniettori che, non essendo più efficienti come un tempo, non trasferiscono nei cilindri il quantitativo di carburante adeguato.

Loading...

Vi consigliamo anche

Targa personale per auto e moto: come funziona?
Auto

Targa personale per auto e moto: come funziona?

Emanuele Calderone - 27 marzo 2019
I migliori SUV da acquistare
Auto

I migliori SUV da acquistare

Emanuele Calderone - 23 marzo 2019
Subentro Leasing Auto: come funziona?
Auto

Subentro Leasing Auto: come funziona?

Alessandro Crupi - 8 marzo 2019