0 Shares 245 Views

Chatwatch: l’app che spia i contatti tramite WhatsApp

Martina Manoni - 3 aprile 2018
3 aprile 2018
245 Views
chatwatch

I partner particolarmente gelosi avranno finalmente un valido strumento per tenere d’occhio la loro dolce metà, e lo potranno fare con Chatwatch. Si tratta di una nuova app che è stata adocchiata all’interno dell’App Store di iOS da Lifehacker.
Chatwatch è un’app in grado di monitorare e spiare i contatti tramite l’analisi delle informazioni che il telefono invia alle chat di WhatsApp ogni volta che si collega ai suoi server. Le informazioni che vengono tenute d’occhio sono ad esempio gli stati di WhatsApp che compaiono sotto il nome dei vari contatti e ci fanno capire se sono online, oppure la data e l’ora del loro ultimo accesso.

L’applicazione WhatsApp rende pubbliche queste informazioni dopo pochi secondi che riapriamo la chat con un contatto, ma se si compie in modo automatico quest’operazione con degli intervalli regolari, Chatwatch è in grado, a pagamento, di compilare una sorta di storico con tutti gli accessi a WhatsApp per ogni contatto che mantiene visibili i propri stati.
Una volta ottenuto il report con tutti gli accessi del contatto che si intende spiare o tenere d’occhio, Chatwatch può anche sfruttare queste informazioni per capire in quale momento l’utente è andato a dormire o si è alzato, mettendo in correlazione questi dati tra loro.

Se si effettua una comparazione tra gli orari di connessione e quelli di disconnessione dei contatti presenti nella rubrica dell’utente, l’app è in grado di ipotizzare eventuali conversazioni tra due persone con i dati simili, assegnano dei punteggi di probabilità. Lo slogan di Chatwatch, “Fidati, ma verifica” ha già incuriosito milioni di utenti che vogliono tenere d’occhio partner o alcuni contatti della loro rubrica, ma allo stesso tempo è molto facile sfuggire al controllo dell’app spiona, basta non fornire i propri dati di accesso a WhatsApp.

È possibile disattivare questa funzione direttamente dalle impostazioni di WhatsApp, spuntando la casella “ultimo accesso” nella sezione privacy. Se si vuole sfuggire all’occhio di Chatwatch, l’unico modo è non comunicare i propri dati a WhatsApp, ed il gioco è fatto.

[Foto: https://www.wired.it]

Loading...

Vi consigliamo anche