0 Shares 299 Views

IPTV autoaggiornanti, il business illegale

Martina Manoni - 29 agosto 2018
29 agosto 2018
299 Views
IPTV autoaggiornanti

Le IPTV autoaggiornanti permettono di ricevere gratuitamente i canali TV utilizzando la connessione internet a banda larga. La parola IPTV è l’acronimo di Internet Protocol Television ed esiste ormai da una decina di anni. In realtà è tutto legale, ma da qualche anno le IPTV si sono trasformate in un fenomeno illecito in quanto permettono la visione di canali a pagamento in modo totalmente gratuito, o dopo il pagamento di una cifra irrisoria.

IPTV autoaggiornanti, in Italia due milioni di utenti

Le IPTV autoaggiornanti si stanno espandendo sempre di più, e anche se non abbiamo dati precisi possiamo stimare che solo in Italia gli utenti attivi sono più di due milioni. Il dato proviene da un’indagine ufficiale condotta da Fapav – Ipsos, secondo cui 2 italiani su 5 accedono a contenuti multimediali in modo illegale.
Se si considera che gli abbonati Sky sono circa 5 milioni, vuol dire che altri due milioni accedono al servizio in modo fraudolento. Se tutto ciò fosse vero, il fenomeno liste IPTV causerebbe una perdita di circa 700 milioni di euro. Ma quali sono le condizioni per poter accedere alle IPTV autoaggiornanti? E’ sufficiente avere una connessione internet a banda larga, per ottenere una qualità media dei contenuti.

IPTV autoaggiornanti, cosa si rischia?

Il fenomeno delle IPTV autoaggiornanti sfrutta la connessione a banda larga per trasmettere contenuti video. Se questo porta a una fruizione di contenuti a pagamento in modo illegale, si potrebbero rischiare delle sanzioni. Ma questo non vale per gli utenti, dato che il metodo di pagamento delle IPTV non è tracciabile. I rischi reali vanno invece a chi vende, ovvero ai gestori non autorizzati che forniscono le IPTV autoaggiornanti. Nei casi più gravi si può rischiare anche la reclusione fino a 4 anni, o sanzioni amministrative fino a 15.000€ per violazione dell’ art.171 della Legge 633/41 sulla protezione dei diritti d’autore.

Per quanto riguarda invece l’utente finale, lo streaming illegale non prevede sanzioni. La detenzione di un film illegale ad uso personale è soggetto a sanzione amministrativa di 154€, e in più avviene la confisca del materiale.

INFOMIR Mag 254 IPTV Multi Media Streamer USB HDMI FullHD 3d
  • mag254 è l' esclusiva piattaforma aperta. Puoi indipendentemente le modifiche alla set-top box software o effettuare l' integrazione con altri middleware. Veloce e potente video 3d supporto mag254 ^ supporta la riproduzione video in formato 3d
  • Che diventi negli ultimi tempi sempre più popolare. Immagini e audio di qualità elevata grazie alla uscita audio S/PDIF consente alle Highend ruoti alle Set Top Box. Il connettore HDMI 1.4 a offre la più alta qualità di immagini e suoni. La rapida datenbear beitung grazie ai potenti e alimentatori hardware è la set-top box mag254 capace chirurgica elaborare i grandi quantità di dati
  • Compresa la riproduzione di video HD. Le funzioni richieste mag254 riflette tutti gli attuali formati audio e video nuovamente
  • Supporta la funzione sottotitoli
  • Formato immagine regolazione

[Foto: www.tecnoandroid.it]

Loading...

Vi consigliamo anche