0 Condivisioni 612 Leggi tutti gli articoli

Nasce la moto del futuro. Si chiama “2029”

Alessandro Crupi - 22 maggio 2019
Alessandro Crupi
22 maggio 2019
612 Leggi tutti gli articoli
Moto-2029

Si chiama 2029. Un nome che richiama subito al futuro. E di futuro infatti ce n’è tanto nella nuova avveniristica moto realizzata da Fuller su commissione dell’Haas Moto Museum e della Sculpture Gallery.

La moto “2029” è elettrica, in alluminio e titanio

Identificata da una denominazione che è tutto un programma, la moto 2029 esprime tanti e variegati concetti tecnici che potranno diventare di tendenza nel prossimo futuro.

Ma la sua linea parte da un passato molto lontano in quanto s’ispira allo stile Majestic del 1929. Un ponte temporale di quasi un secolo che unisce epoche lontane. Le caratteristiche più innovative della 2029 sono la motorizzazione elettrica, la struttura in alluminio, l’esser dotata di ruote in policarbonato e di alcuni elementi costitutivi in titanio.

È stata costruita in Georgia, ad Atlanta, le saranno tolti i veli in occasione dell’Hand-Built Show di Austin e, poi, sarà esposta al Custom Shop del Museo Haas.

Le componenti della moto “2029” sono stampate in 3D

La filosofia costruttiva della moto 2029 di Fuller, realizzata in collaborazione con Bryn Heidt e con il grande designer futurista Nick Pugh, rappresenta una novità assoluta nel suo genere.

E tra le sue perle uniche e più interessanti c’è sicuramente la scelta della stampa metallica in 3D per la fabbricazione delle componenti telaistiche.

“Sappiamo che stiamo realizzando qualcosa che non è mai stato fatto prima di ora, non esiste un vero progetto e un c’è un ciclo di produzione, stiamo creando arte rotante, qualcosa di veramente unico (fonte www.motori.virgilio.it)”, ha dichiarato orgoglioso Bobby Haas, titolare dell’Haas Moto Museum.

Fuller Moto, inoltre, per progettare telaio, sospensioni e manubrio ha preso spunto addirittura dall’architettura ossea del corpo umano.

Foto: (www.inmoto.it)

Loading...

Vi consigliamo anche