0 Condivisioni 485 Leggi tutti gli articoli

Perpetua, la matita sostenibile

LaRedazione - 14 gennaio 2019
LaRedazione
14 gennaio 2019
485 Leggi tutti gli articoli
Perpetua - la Matita

L’innovazione pervade ogni aspetto della nostra vita. È in atto una vera e propria rivoluzione tecnologica e digitale, quella nota come Industria 4.0, che sta portando una ventata di novità in tutti i settori produttivi e merceologici, anche quelli più inaspettati. E il mondo delle matite non è immune a questo processo. Sì, proprio le matite, quelle utilizzate per disegnare. E non è tutto: la rivoluzione delle matite è tutta made in Italy.

Il grafene cambia il modo di disegnare

Come è possibile innovare una matita? Utilizzando materiali nuovi, nel segno della sostenibilità ambientale e del riuso. Con un vantaggio importante: quello di realizzare una matita perpetua. È proprio questo il nome delle nuove matite made in Italy destinate a non consumarsi mai. Nata dal progetto e dall’idea di una PMI innovativa che ha lavorato a lungo in ambito riuso anche di materiali particolari, come il grafene.

Matite e non solo, il grafene cambia il mondo

Ma di cosa parliamo? Questa matita così speciale è realizzata con polvere di grafite che viene recuperata dai processi di lavorazione industriali degli elettrodi per lo stampaggio. Il materiale che la compone risponde a pieno alle regole del riuso. Ma non è finita qui, la matita made in Italy si accompagna all’invenzione di una tecnologia particolare, realizzata per tingere i tessuti e che ancora una volta vede protagonista la polvere di grafene riutilizzata. In questo caso, infatti, la polvere viene recuperata e miscelata, consentendo di tingere le stoffe saltando il passaggio relativo al finissaggio. Un aspetto da non sottovalutare, che implica importanti benefici sia dal punto di vista ambientale che da quello industriali. In questo modo, infatti, si abbattono sensibilmente i tempi di produzione e si va incontro a un notevole risparmio di acqua: fino al 90 per cento. Lo stesso vale per l’energia, con la nuova tecnologia si va incontro a un risparmio del 47 per cento rispetto ai normali processi di tintura.

Matite sostenibili

Con le matite è possibile mettere su carta un mondo migliore, disegnandolo e creandolo proprio come quello dei nostri sogni. Matite personalizzate, come quelle proposta dal portale Gedshp, poi, rendono la nostra idea di mondo ancora più vera e legata a noi. E senza dubbio, in questi universi su carta, basati sul sogno e sulla fantasia, la natura è incontaminata e rigogliosa. È per contribuire a realizzare il nostro universo dei sogni che nasce la matita che non si consuma mai, proprio per dimostrare che in ogni piccolo settore è possibile fare dei passi avanti nel segno della sostenibilità. Ciò che spinge l’azienda a lavorare senza mai perdere di vista la tutela dell’ambiente è ben espresso dall’idea alla base della nascita della matita innovativa: sposare la filosofia del recupero e del riuso dei materiali aziendali della clientela. Proprio quello che la PMI innovativa fa da sempre che ha realizzato il prodotto partendo dall’esigenza di un cliente. La matita che non si consuma mai è composta per l’80 per cento da grafite riciclata ed è il frutto del lavoro di un team affiatato e motivato, composto da un gruppo di lavoro formato da un esperto di materiali e stampaggio e due designer.

Loading...

Vi consigliamo anche