0 Shares 210 Views
00:00:00
15 Aug

WhatsApp blocca la condivisione dei dati con Facebook

Martina Manoni - 20 marzo 2018
20 marzo 2018
210 Views
WhatsApp blocca condivisione dati

Ormai è ufficiale. WhatsApp non condividerà più i dati dei suoi utenti europei con Facebook, la piattaforma social a cui appartiene ormai da anni. Questo almeno è quello che succederà fino al 25 maggio 2018, data che sancirà l’entrata in vigore del General Data Protection Regulation, ovvero il nuovo regolamento generale europeo in materia di privacy e protezione dei dati.

Esattamente come stanno facendo altre grandi piattaforme digitali, anche WhatsApp si vuole impegnare ad integrare le informazioni dei suoi utenti europei sulle due piattaforme, per tutelare la loro sicurezza e per migliorare le attività di profilazione pubblicitaria dopo l’entrata in vigore del Gdpr, rispettando tutti i requisiti previsti dal regolamento. L’annuncio è stato pubblicato sul sito dell’Autorità Britannica per la privacy e la protezione dei dati (Information Commissioner’s Office), ed ha sancito la vittoria della protezione dei dati dei cittadini britannici. Il dibattito era già iniziato nell’estate 2016, quando ci fu l’aggiornamento del regolamento sulla privacy della chat di Facebook, utilizzata da quasi un miliardo e mezzo di persone.

Già in quell’occasione Facebook aveva chiesto agli utenti il permesso di condividere alcune informazioni, come ad esempio i dati relativi all’ultimo accesso e il proprio numero di telefono con la piattaforma madre.
Si tratta di un’iniziativa che è costata molto cara a Facebook, che ha dovuto pagare una sanzione da 110 milioni di euro lo scorso maggio.
Le pressioni governative in materia di privacy erano già presenti da tempo, per questo motivo lo scambio di dati tra le due piattaforme si era bloccato. WhatsApp si è impegnato ufficialmente con l’autorità britannica a bloccare ogni tipo di operazione, almeno fino a quando non sarà entrato in vigore il nuovo regolamento in materia di protezione di dati sensibili.

Questo vuol dire che tutte le attività e le applicazioni di Facebook dovranno rispettare il nuovo regolamento che tutela la privacy degli utenti, nonché tutte le direttive ad esso correlate, come ad esempio le norme sulla targetizzazione della pubblicità. Già osservando le versioni beta di Android per WhatsApp, in primavera sarà introdotta la possibilità di scaricare i propri dati personali.

[Foto: www.chiccheinformatiche.com ]

Loading...

Vi consigliamo anche