0 Condivisioni 276 Leggi tutti gli articoli

Muore Franco Zeffirelli, il Maestro

Alessandro Crupi - 15 giugno 2019
Alessandro Crupi
15 giugno 2019
276 Leggi tutti gli articoli
Franco-Zeffirelli

La cultura italiana e internazionale è in lutto. È morto, infatti, a Roma il grande sceneggiatore, regista e attore fiorentino Franco Zeffirelli. Aveva 96 anni.

Franco Zeffirelli, una vita per la cultura

Un uomo che ha dedicato tutta la sua vita alla cultura ottenendo importantissimi apprezzamenti sia in ambito nazionale che in tutto il mondo. Il teatro e il cinema sono stati i suoi grandi amori. Franco Zeffirelli iniziò come attore dedicandosi successivamente alla regia negli anni Cinquanta.

Da lì in poi la sua carriera prese il volo lavorando con i più grandi teatri italiani e di livello mondiale, tra cui “La Scala” di Milano e il “Metropolitan” di New York. È tra i registi più famosi al mondo e le sue produzioni cinematografiche sono in larga parte internazionali. Ha svolto una grande e certosina attività sulla riedizione delle opere shakespeariane.

Per questo è stato molto apprezzato dalla regina Elisabetta. Particolarmente attento, nelle sue pellicole, alle storie d’amore e al melodramma con un occhio particolare ai costumi e alla storia, Franco Zeffirelli ha ricevuto onorificenze di valore assoluto.

Tra cui il “Primetime Emmy Awards”, la nomina di “Grand’Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, la Medaglia D’Oro ai benemeriti della Cultura e dell’Arte e il titolo di “Cavaliere Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico” conferitogli a Londra il 24 novembre del 2004.

Franco Zeffirelli ha vinto cinque David di Donatello

Sulla scena internazionale, Franco Zeffirelli si fece notare alla fine degli anni Sessanta con le due interpretazioni delle opere di Shakespeare “La bisbetica domata” e “Romeo e Giulietta”.

Grandissimo successo ebbe poi la direzione de “L’amleto” con Giorgio Albertazzi e de “L’Otello” nel 1976 (opera trasmessa per la prima volta dalla Rai). Tra i premi ricevuti, tre David di Donatello come miglior regista nel 1969 e ’72: con “Romeo e Giulietta”, con “Fratello sole, sorella luna” e per “Amleto” come miglior film straniero nel 1991.

Inoltre, nel 1979, gli è stato conferito il “David” europeo e nel 2002 il David speciale. Nella sua lunga carriera, Zeffirelli, è stato anche premiato con il “Nastro d’argento” e il prestigioso riconoscimento “Anna Magnani” alla carriera nel 2012.

L’ultimo suo lavoro è la regia di una nuova “Traviata”, che vedrà la luce il 21 giugno all’Arena di Verona in occasione dell’apertura del Festival lirico. È stato un gigante del Novecento, esponente di spicco della cultura italiana di cui essere fieri. Chapeau!

(Foto: www.tvsvizzera.it)

Loading...

Vi consigliamo anche